Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Barcellona. Violentava la figlia 13enne, padre orco condannato a 8 anni

donna_paura_violenza (1)Un padre orco, accusato di violenza sessuale sulla figlia, all’epoca dei fatti appena 13enne, è stato condannato a 8 anni di reclusione a conclusione del processo che si è celebrato dinanzi al Tribunale di Barcellona.

La sentenza è stata emessa dal collegio giudicante (presidente Maria Celi, a latere Gugliotta e Processo), dopo una camera di consiglio al termine della quale i giudici hanno valutato la posizione dell’imputato, un pensionato 68enne, residente in provincia di Messina, ritenendolo responsabile dell’orrendo reato del quale era accusato.

Dopo anni di violenze subite in silenzio, una volta adulta la figlia si è costituita parte civile contro il genitore snaturato. Quella emersa durante la complessa attività istruttoria e dibattimentale, è una storia di violenze maturate dentro le mura domestiche.

In quel nucleo familiare, che viveva nell’hinterland barcellonese, con la madre all’oscuro di tutto e dove tutto sembrava andare bene, qualcosa di particolarmente grave era accaduto, ma per anni non era venuto fuori.

Nel 2009, però, la svolta. La vittima, che adesso ha 28 anni, presenta una denuncia per violenza privata alla Procura della Repubblica. Dall’esito delle indagini, grazie alla coraggiosa testimonianza della giovane, venne fuori l’amara verità. Un orrore che non si può dimenticare, ma oggi è stata fatta giustizia.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.