Barcellona PG, operazione antidroga “Furia”. Chiesto il rinvio a giudizio per 25 indagati

Carabinieri Barcellona Comando SiciliansI sostituti procuratori della Dda, Fabrizio Monaco, Francesco Massara e Vito Di Giorgio, hanno chiesto il rinvio a giudizio, per 25 persone, nell’ambito del troncone dell’inchiesta “Furia” che interessa una parte dell’organizzazione del traffico di sostanze stupefacenti che vede ancora un volta la città di Pozzo di Gotto come zona di transito della droga destinata nel compresorio Milazzese e delle Eolie.  I 25 indagati, A. D. F. 51 anni di Pozzo di Gotto, T. G. 35 anni di Barcellona Pozzo di Gotto, A. I. 27 anni di Lipari, M. L. S. 32 anni di Terme Vigliatore, M. B. L. P. 33 anni di Lipari, C. M. 34 anni di Barcellona Pozzo di Gotto, A. M. 41 anni di Rodì Milici, M. J. P. 28 anni di Terme

Vigliatore, A. P. 34 anni di Barcellona Pozzo di Gotto, P. S. 35 anni di Terme Vigliatore, S. M. S.21 anni di Barcellona Pozzo di Gotto, F. F. S.27 anni di Barcellona, S. T. L. D. 39 anni di Terme Vigliatore, G. V. 35 anni di Messina, A. Z. 57 anni di Messina, F. A. 29 anni di Messina, G. A. 58 anni di Rometta, S. B. 55 anni di Messina, C. C. 55 anni di Giardini Naxos, A. C. 38 anni di Castroreale, A. C. “51 anni di Furnari, G. C. 34 anni di Rodì Milici, G. C. 58 anni di Messina, C. D. 37 anni di Furnari, S. F. 55 anni di Giardini Naxos, dovranno comparire nelle aule della Corte d’Assise di Messina il prossimo 17 maggio per l’udienza preliminare.

Il 22 febbraio scorso a seguito di dei carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto diretta dal capitano Lorenzo Galia, furono eseguite 25 ordinanze di custodia cautelare.

Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.