Barcellona PG, la Dusty per 7 anni si occuperà del servizio per la raccolta rifiuti

Barcellona paolo pino PD Sicilians
Paolo Pino

È stato rigettato dal CGA di Palermo l'appello proposto dalla ditta Caruter, contro l'aggiudicazione alla società Dusty dell'appalto per la raccolta e smaltimento dei rifiuti per i prossimi sette anni a Barcellona Pozzo di Gotto.

La notizia è stata resa nota dall'ex assessore Paolo Pino, che aveva seguito tutte le fasi dell'eliminazione delle isole ecologiche e il passaggio al porta a porta su tutto il territorio .  “Con questo risultato – dichiara Pino – adesso non ci sono più alibi ed occorrono gli investimenti previsti in contratto per raggiungere quantomeno l'obiettivo dell'85% (solo 20% in più rispetto ad oggi) entro fine 2023. Si tratta di soglia raggiungibile, considerato che con l'eliminazione delle isole ecologiche siglato con l'accordo del 4 gennaio 2023 e con avvio già dal 30 gennaio si è subito raggiunto il 71% di differenziata in soli due mesi dall'avvio del servizio di raccolta su tutto il territorio comunale. Esprimo enorme gratitudine a quanti si sono prodigati per il raggiungimento dell'obiettivo a tutela della collettività.
Avevo chiesto due anni di tempo per migliorare il servizio dei rifiuti (per legge la raccolta differenziata deve superare il 65% per non essere sanzionati annualmente). Alla mia nomina, nel marzo 2021 la raccolta differenziata si attestava al 28,9% e dopo due anni con aumenti graduali si è raggiunta la soglia del 71% con un incremento del 145%, a solo due mesi dall'eliminazione delle isole ecologiche mobili, La scelta di eliminarle ancor prima della decisione dell'autorità amministrativa si è rilevata corretta. Desidero ringraziare l'On. Tommaso Calderone ed il Sindaco Pinuccio Calabró, per aver riposto fiducia nella mia persona consentendomi, nel ruolo di amministratore, di lavorare per la mia città.
Se si programma per tempo e con competenza, gli obiettivi, anche inimmaginabili, possono essere coltivati e raggiunti”.

Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.