Barcellona PG, al Tribunale operative 17 nuove figure dell’ufficio per il Processo

inbound1734531367013693043MESSINA. Da pochi giorni al Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto hanno iniziato la loro attività negli uffici giudicanti di primo e secondo grado 17 addetti all’Ufficio per il Processo, che costituiscono il primo scaglione di laureati assunti dal Ministero della Giustizia a tempo determinato con l’obiettivo di abbattere l’arretrato civile e di ridurre la durata dei procedimenti civili e penali.
Dopo la sua istituzione nel 2014 ed un avvio non uniforme nei singoli uffici giudiziari, non sempre in grado di fare fronte all’implementazione di tale struttura per l’endemica carenza di risorse, quello messo in atto è un intervento del tutto inedito nel nostro panorama giudiziario, che per la sua peculiarità impegnerà tutti gli uffici, coinvolti in una vera e propria organizzativa di particolare complessità. L’obiettivo sarà quello di una decisa accelerazione e razionalizzazione delle attività preparatorie allo svolgimento dell’udienza, con una presumibile riduzione della durata dei procedimenti.


Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.