Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

31 marzo 08.32 Tutela del territorio, stamane l’Ordine degli Ingegneri e la Provincia sigleranno l’intesa

Stamane alle 10.30, nella Sala Giunta di Palazzo dei Leoni, il presidente della Provincia regionale Nanni Ricevuto ed il presidente dell’Ordine degli ingegneri di Messina Santi Trovato firmeranno un’intesa per l’avvio di una prima fase di esame e monitoraggio delle criticità ambientali presenti nella provincia di Messina.

“Gli eventi calamitosi che hanno colpito sin dall’1 ottobre 2009 alcuni Comuni messinesi -spiega il presidente Trovato- hanno fornito tragici spunti di riflessione sul pericolo ed il rischio cui va incontro un territorio in assenza di un pianificata e condivisa attività di monitoraggio e salvaguardia delle aree e dei versanti in evidenti condizioni di dissesto idrogeologico.

Per procedere ad un preliminare e propedeutico esame dei più gravi fenomeni di instabilità presenti in ciascuna area del territorio messinese, verranno costituiti gruppi di lavoro che potranno avviare una prima indagine e verifica delle condizioni di dissesto segnalate dai singoli Comuni, al fine di supportare la Provincia regionale nella predisposizione e programmazione di una corretta e lungimirante attività di pianificazione degli interventi a difesa del suolo.

I nuovi scenari urbanistici determinati dai recenti eventi alluvionali, la necessità di mettere in sicurezza le zone in dissesto, sollecitano una costante e continua presenza sui luoghi dei tecnici competenti che possano indicare le più evidenti criticità delle aree a rischio e conseguentemente individuare specifiche attività indispensabili alla riqualificazione urbanistica, alla protezione civile, alla bonifica ambientale.

Gli ingegneri messinesi che sin dal 3 ottobre 2009 hanno garantito collaborazione tecnica alle comunità colpite dagli eventi alluvionali testimoniano ancora una volta, con atti concreti e propositivi, il loro legame al territorio fornendo, in raccordo con i tecnici della Provincia regionale, un ulteriore contributo professionale alla riqualificazione e alla messa in sicurezza del territorio”.