Terme Vigliatore, consegnavano la droga a domicilio: 4 arresti

I militari impegnati nei controlli
I militari impegnati nei controlli

Un blitz antidroga dei carabinieri della Stazione di Terme Vigliatore guidati dal Maresciallo Antonino Sottile, coadiuvati dai militari della compagnia di Barcellona, ha consentito di smantellare una organizzazione che avrebbe gestito lo spaccio di stupefacenti nel territorio. L’operazione, denominata “Take Away”, ha portato all’arresto di quattro persone; tre in carcere e una ai domiciliari. Gli indagati devono rispondere, a vario titolo ed in concorso, di spaccio di sostanze stupefacenti.
Il blitz si è svolto alle prime luci dell’alba nel centro di Terme Vigliatore con l’impiego di una quarantina di carabinieri, coadiuvati dalle unità cinofile per la ricerca di sostanze stupefacenti.
L’indagine, svolta attraverso

pedinamenti ed intercettazioni, era stata avviata da diverse settimane. Gli arrestati avrebbero attuato un sistema di smercio della droga che prevedeva la cessione agli assuntori delle dosi attraverso le finestre dei loro appartamenti e la consegna dei soldi al portone successivo. Tale modalità per velocizzare lo scambio della sostanza stupefacente ed eludere i contratti dei militari. La meticolosa attività svolta dai militari ha permesso di accertare come gli indagati vendevano al dettaglio marijuana e hashish, riuscendo, in un’intera giornata, a vendere oltre 50 dosi per un prezzo medio di 12 euro per grammo di sostanze stupefacenti. Giovani i compratori, tra i 16 e i 35 anni. Gli indagati avrebbero rifornito di droga anche soggetti agli arresti domiciliari, per lo più stranieri. Un vero e proprio servizio a domicilio della droga, smantellato stamattina dai militari. Tre gli arrestati tradotti al Carcere Madia di Barcellona, mentre uno è stato ristretto ai domiciliari.