Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Sequestrato un patrimonio di 5 milioni all’imprenditore Marino

Tindaro Marino

Sequestrato dai Carabinieri del ROS il patrimonio societario e immobiliare dell’imprenditore di Gioiosa Marea Tindaro Marino, coinvolto nell’operazione antimafia Gotha 2 e agli arresti domiciliari da giugno 2011.

“Il provvedimento di  sequestro -spiegano dal Comando Provinciale dei carabinieri- è finalizzato alla successiva confisca dei beni disposto dal Tribunale di Messina.

Nel corso delle indagini, il ruolo dell’imprenditore era apparso in maniera chiara nell’ambito delle relazioni tra le cosche della fascia tirrenica della provincia di Messina, a causa dei saldi legami curati da Marino con la famiglia dei mazzarroti, guidata prima da Carmelo Bisognano e poi da Tindaro Calabrese.

Le indagini economico-patrimoniali, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Messina, hanno permesso di documentare la pericolosità sociale dell’imprenditore, derivante dai legami documentati legami con il sodalizio mafioso e di rilevare la netta sproporzione tra

i redditi dichiarati dall’interessato e le ricchezze dallo stesso accumulate nel tempo, il cui valore complessivo è stato stimato per un importo pari a 5 milioni di euro”.

Il sequestro ha riguardato in particolare le quote sociali della Italscavi Co. Srl di Gioiosa Marea e della Ex Novo di Marino Tindaro & C di Capo D’Orlando, le partecipazioni societarie nella M.M.D. Movimento Terra e Trasporti Piccola Scarl di Gioiosa Marea, un immobile e un maneggio realizzato a Piraino gestito dall’Associazione Sportiva Dilettantistica “Dc Iblea Dunit” presieduta anche da Marino, oltre a diversi veicoli.

Il provvedimento di sequestro riguarda anche le persone che risultano intestatarie di beni riconducibili all’imprenditore. In particolare, la moglie Contenta Vincenza Magistro, che possiede una partecipazione societaria all’interno della M.M.D. Movimento Terra e Trasporti Piccola Scarl, la figlia di Marino, Anna, riguardo ad alcuni terreni, un immobile e le quote sociali e l’intero patrimonio della Marinoter Srl e il quarantaseienne Salvatore Buzzanca, che possiede quote della Fa.M.a Srl di Gioiosa Marea.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.