Rugby, al via “Messina Chiama Ucraina – lo sport a servizio della Solidarietà”

Team ucraino sicilians
Il team ucraino

MESSINA. Al via la manifestazione “Messina Chiama Ucraina – lo sport a servizio della Solidarietà”, organizzata e promossa dalle associazioni Messina Rugby, Old Rugby Messina 1980 e Cambiamenti Aps. La lodevole iniziativa vedrà impegnati, fino al 2 agosto, rugbisti messinesi e, soprattutto, 35 ragazzi ucraini, rifugiati a Bratislava e di età compresa tra i 10 e i 16 anni, che giocano a livello agonistico. Parteciperanno a partite e allenamenti di rugby e beach rugby presso lo stadio “Arturo Sciavicco” di Sperone e in spiaggia a Rometta Marea e conosceranno da vicino le bellezze, la storia e le tradizioni di Messina.

I giovani atleti ucraini sono ospitati da famiglie che vivono tra Faro Superiore e Sperone. Sarà un'occasione unica per dimostrare l‘accoglienza della comunità a chi attraversa momenti di difficoltà e per sensibilizzare la cittadinanza alla solidarietà, in particolare rispetto a coloro che sono affetti da malattie neuromuscolari rare, quali SLA, distrofia, atrofia muscolare.

L', patrocinato dal Comune di Messina, è stato presentato nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, dal sindaco Federico Basile e dagli assessori Massimo Finocchiaro e Alessandra Calafiore. “Sport e solidarietà – ha dichiarato il primo cittadino – è un binomio vincente e noi rappresentanti delle Istituzioni condividiamo con piacere questo progetto fortemente voluto dalle associazioni e dalle sportive coinvolte, che ringrazio per la sensibilità mostrata, promuovendo azioni di inclusione e integrazione sociale. Messina è una città accogliente e solidale e lo dimostra pure in questa occasione, attraverso un'intensa attività di sostegno e partecipazione”.

Sono intervenuti alla presentazione Giuseppe Caristi (presidente associazione Cambiamenti APS), Giuseppe Grillo (presidente della Old Rugby Messina), Riccardo Solano (responsabile progetti sociali del Messina Rugby), Guglielmo Labruto e Benedetta Arena.

Alla realizzazione del progetto hanno contribuito l'Università degli Studi di Messina, l'Arcidiocesi di Messina, studio Cresci in rete, Club Alpino Italiano, villa Labruto, Comitato Regionale Sicilia Rugby, Explorer Informatica, Gruppo Lem, La contadina Messina, Francesco Arena-Mastro Fornaio, Radio Taxi Jolly, Cesv Messina ETS, Gruppo Scout Messina 2, Amici del Museo di Messina “Franz Riccobono”, ritrovo Catalano; e Comunità di Torre Faro e di Sperone, soggetti pubblici e privati e attività commerciali del territorio. I singoli cittadini potranno sostenere l'iniziativa partecipando alla cena di beneficenza che si terrà giovedì 27, alle 19.30 allo stadio “Sciavicco” (per maggiori info, è possibile scrivere via email a info@cambiamentiaps.it , messinarugbyasd@gmail.com e oldrugbymessina1980@gmail.com oppure visitare i siti istituzionali www.cambiamentiaps.it , www.messinarugby.it e www.oldrugbymessina.it ).