Il Messina a Salerno per chiudere l’anno in bellezza

Foto Antonio Maimone
Foto Antonio Maimone

Si giocherà domani, allo stadio Arechi di Salerno l’ultima partita del 2014. Il Messina scenderà in campo alle 11 contro la capolista Salernitana, in un match che sulla carta appare proibitivo per i giallorossi, che certamente vorranno chiudere l’anno in dopo un girone di andata tutt’altro che esaltante.

I peloritani non vincono da ottobre e nelle ultime tre partite hanno collezionato solo pareggi contro Catanzaro, Ischia e Benevento.

Le prestazioni del Messina sono comunque in crescita e domani sarà un test importante anche per capire chi a gennaio andrà via o meno.

Possiamo intuire chi può avere le valigie pronte. Paez, Gaeta e Vincenzo Pepe, per diversi motivi, non sono riusciti ad emergere in riva allo Stretto e sono in lizza per una cessione a gennaio.

In entrata non ci sono ancora indiscrezioni, ma la rescissione di Totò Cocuzza con la Nuorese fa sognare i tifosi peloritani, che non hanno dimenticato quanto di buono fatto dall’attaccante palermitano negli anni della D.

La Salernitana è la capolista, con undici vittorie in stagione, quattro pareggi e due sole sconfitte. La squadra campana non è comunque nel suo periodo di forma

migliore e la batosta di domenica scorsa a Barletta fa intuire come sia in leggera flessione.

Sul la Salernitana ha bisogno di limare qualche cosa, anche perché Juve Stabia e Benevento sono appena dietro in classifica. Sembra ormai certo l’arrivo di Totò Aronica, ex di Messina e Napoli, con Roberto Insigne e Sforzini sulla lista del ds Fabiani, anche lui grande ex di questa partita. In uscita Ginestra e Mounard sembrano essere partenti, con l’ex Crotone accostato più volte ai peloritani in passato.

La Salernitana non vince in campionato contro il Messina dalla stagione 1992/1993, quando una rete di De Silvestro decise il match. Nelle successive sfide all’Arechi, il Messina raccoglie due vittorie ed un pareggio, tutte quante in Serie B.

La prima risale al 2001, quando grazie a una doppietta di Godeas, servito magicamente dall’indimenticato Buonocore, che in occasione del secondo gol serve il bomber con un tacco magistrale, il Messina colse la prima vittoria stagionale, ribaltando la rete di Tedesco.

Nella stagione successiva uno scialbo 0-0, mentre nell’anno della promozione i peloritani surclassarono la Salernitana per 3-0, grazie alle reti di Mamede, Gentile e Parisi.

Recentemente le due squadre si sono affrontate per due volte il Coppa Italia. In entrambe le occasioni la Salernitana è uscita vincitrice, passando così il turno. Calcio d’inizio domani alle 11.


Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.