Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Furnari, apportati miglioramenti al depuratore di Bazia e attivato il servizio di salvataggio in mare

La tutela dell’ambiente e del territorio rappresenta uno degli obiettivi principali dell’amministrazione guidata dal Sindaco Maurizio Crimi. Nonostante il subentro del Commissario straordinario per la depurazione, l’amministrazione comunale ha deciso di apportare al depuratore comunale di Contrada Bazia tutti quegli accorgimenti che ne migliorano l’efficienza. Tutto ciò in attesa che la Regione avvii la gara d’appalto per l’esecuzione dei lavori di ammodernamento dell’impianto che ammontano a circa 1.400.000,00 euro. <<Sono installazioni di nuovi impianti che consentiranno di efficientare la fase di depurazione salvaguardando l’ambiente e il nostro mare. Finalmente lo stato di obsolescenza del depuratore di Bazia dopo anni può ritenersi superata. L’ammodernamento dell’intera struttura sarà completata dai lavori che saranno eseguiti dal Commissario regionale una volta espletate le procedure burocratiche di avvio della gara d’appalto>> – dichiara il primo cittadino
Intanto per garantire la piena fruizione delle spiagge libere, l’amministrazione ha avviato il servizio di vigilanza e salvataggio in mare utile a garantire la sicurezza dei bagnati. Ad esso è stato affiancato e avviato il servizio delle sedie Job che per tutto il mese di agosto consentirà agli utenti con problemi motori di usufruire della spiaggia e di entrare in acqua con l’assistenza di bagnini qualificati per questo tipo di supporto. Il servizio è stato affidato all’associazione ASVO con sede in Furnari c/da San Filippo. Questi servizi, unitamente alle passerelle sulla spiaggia, moderne docce, parco attrezzato annesso alla spiaggia, fanno del litorale furnarese uno dei più attrezzati del comprensorio la cui fruibilità sarà ulteriormente migliorata nei prossimi anni.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.