Cesarò, archeologo amateur votato alla ricettazione: denuncia per un 37enne di Troina

MESSINA. Archeologo amateur con il vizio della ricettazione. Si è guadagnato così una denuncia a piede libero il 37enne di Troina, provincia di Enna, bloccato dai Carabinieri di Cesarò e ritenuto respondabile di ricettazione, danneggiamento al patrimonio archeologico e possesso illecito di beni culturali. L’uomo era stato fermato all’ di un fondo agricolo della contrada Serro Ciappe, perché impegnato a cercare nel sottosuolo con un metaldetector. I militari perciò, dopo aver appurato che non era in possesso di alcuna autorizzazione che consentisse quella ricerca, lo hanno poi perquisito e trovato in possesso di

alcune monete e utensili antichi. Dal fondo i Carabinieri si sono quindi diretti all’abitazione del denunciato dove hanno trovato altri oggetti d’interesse storico. Sono finiti così sotto sequestro 141 monete, verosimilmente antecedenti all’anno 1500, 4 di vario calibro, diversi cocci e utensili di interesse archeologico, 2 metaldetector e attrezzi utilizzati per gli scavi. Il materiale sequestrato, previa autorizzazione della Procura della Repubblica di Catania, sarà sottoposto ad accertamenti della Soprintendenza per i Beni Culturali di Messina.

Carabinieri Cesarò sequestro materiale sicilians