Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cantieri di servizio, le domande dopo la pubblicazione dei bandi

La Giunta Accorinti

La notizia dei cantieri di servizio finanziati dalla Regione Sicilia per dare lavoro per tre mesi ai disoccupati dell’Isola ha scatenato anche a Messina la corsa alle informazioni per accedere ai progetti.

Il Comune ne ha presentati 26 e in una nota precisa di avere “presentato alla Regione Siciliana entro i termini la richiesta di accesso ai finanziamenti regionali, che porteranno alla fase di realizzazione dei cantieri.

Una volta definite le procedure richieste ed esaminata la documentazione da parte della Regione, saranno predisposti i bandi finalizzati alla presentazione delle domande di lavoro”.

Per il momento quindi, c’è solo da aspettare la pubblicazione dei bandi da Palazzo Zanca.

La Giunta Accorinti ha dato il via libera all’iniziativa il 20 settembre scorso. I cantieri dureranno al massimo 3 mesi

e impegneranno 800 lavoratori tra i 18 ed i 65 anni non compiuti e residenti a Messina da almeno sei mesi.

Il 50% degli addetti dovrà avere tra 18 e 36 anni, il 20% tra i 37 ed i 50 anni, un altro 20% saranno gli ultracinquantenni ed il restante 10% sarà equamente suddiviso tra disabili e immigrati residenti da almeno 6 mesi nel territorio del Comune ed in possesso della carta di soggiorno.

Per ogni programma sarà designato un responsabile del procedimento, che sarà individuato tra i funzionari o i dirigenti del Comune. Ai dirigenti del settore inerente il cantiere competerà l’esecuzione degli atti necessari per la realizzazione dei cantieri con la riserva, laddove fosse necessario, di designare il funzionario responsabile del procedimento.

Si costituirà un’Unità di Progetto per la gestione di tutte le attività inerenti la realizzazione e la conclusione dei “Programmi di lavoro”, compresa l’individuazione del soggetto delegato alla predisposizione delle buste paga e a tutti gli adempimenti connessi.