#Caltanissetta. Allarme criminalità a Gela

auto_incendio_Gela Durante il periodo pasquale c’è stata una recrudescenza della criminalità a Gela in provincia di Caltanissetta.

Nella notte tra Pasqua e Pasquetta sono state ben nove le auto incendiate in tre quartieri diversi in appena un’ora e quattro persone, una donna ed una bimba e i due carabinieri che le hanno soccorse, sono state costrette a far ricorso alle cure mediche del Pronto Soccorso.

Giunta_sicurezza_Gela
La riunione della Giunta di Gela sulla sicurezza

“Le azioni scellerate di questi balordi sono un attacco diretto alla Città e per questo è necessario fare fronte comune per combattere e sconfiggere questo fenomeno, fortemente calato negli scorsi anni e che oggi vede un’inaspettata recrudescenza – ha detto il sindaco di Gela Angelo Fasulo. L’Amministrazione e le Forze dell’Ordine saranno in prima linea in questa battaglia e lo stesso chiedo di

fare a tutti i cittadini: denunciate ciò che vedete, contattate immediatamente la Polizia o i Carabinieri. Questa deve essere una battaglia che deve vedere questa comunità unita, così come i gelesi hanno dimostrato di sapere essere nei momenti cruciali ed importanti”.

Le reazioni politico istituzionali sono state immediate e così il Comune di Gela ha deciso una presenza più costante della Polizia Municipale, anche nelle ore notturne e un potenziamento della videosorveglianza nelle vie della città.

Mentre, Giuseppe Arancio, deputato regionale del PD, in un’interrogazione presentata al presidente della Regione chiede più telecamere e un tavolo per la sicurezza.

“Dopo i recenti episodi di criminalità  ho chiesto la convocazione di un tavolo per l’ordine e la sicurezza alla presenza di tutte le autorità statali e regionali competenti, il rafforzamento della rete di videosorveglianza del territorio e nuovi interventi di contrasto alla dispersione scolastica, fenomeno spesso collegato all’espandersi della microcriminalità – dice Arancio. Quello che sta accadendo desta grande allarme nella popolazione si tratta di fenomeni purtroppo non nuovi per la città, tuttavia certe proporzioni non possono lasciare indifferenti e richiedono un intervento tempestivo ed efficace, a tutela della pubblica incolumità e della legalità nel territorio gelese”.

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *