Caltagirone, protesta contro la chiusura del reparto di Cardiologia

Caltagirone protestaospedale SiciliansCATANIA. Mobilitazione a Caltagirone per sensibilizzare la popolazione contro la chiusura del reparto di Cardiologia, momentaneamente sospesa ma sempre incombente. “Il rischio -spiegano Eveline Amari e Nicola Candido di Rifondazione Comunista- è che si smantelli la pubblica e l'intero ospedale sia chiuso, facendo un regalo alle grandi cliniche private che fanno enormi profitti sulla pelle dei meno abbienti e della collettività. È vergognoso che le promesse e i progetti di miglioramento della rete di assistenza pubblica, enunciate durante la pandemia di Coronavirus, siano completamente smentite dalla politica dei “tagli”, dalla mancanza cronica di personale, dalle liste di attesa infinite. E la situazione, con il criminale e neocoloniale progetto di autonomia differenziata che taglia i fondi al Meridione, è destinata a peggiorare”.