Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Bimbi ai matrimoni e titoli nelle partecipazioni

Cara Contessa Lara, tra due settimane dovrò partecipare al matrimonio di una mia amica e non so se portare i miei due figli di 6 e 9 anni. Una mia amica, anche lei invitata, sostiene che non essendo specificato possiamo regolarci come preferiamo. Lei cosa ne pensa? Clara G.

Gentile Clara, la questione che lei pone è piuttosto controversa e ci sono diverse scuole di pensiero. Personalmente, ritengo che la soluzione migliore sia quella di far assistere i bambini alla cerimonia, far salutare loro gli sposi e poi portarli a casa evitando il ricevimento, al quale parteciperete solo voi genitori. Un rinfresco di nozze si può trasformare in un girone dantesco se sono presenti troppi bambini e la loro presenza, soprattuto quando i matrimoni sono nel pomeriggio e i festeggiamenti si concludono la sera tardi, è decisamente fuori posto. Sempre più spesso nelle partecipazioni si legge la dicitura “no children please” e questo significa che i bambini sotto i 12 anni non sono ammessi. Quando invece si

invita una coppia con figli più grandi, questi possono essere portati al ricevimento solo se l’invito è indirizzato alla Famiglia Rossi. Se invece c’è scritto Luca e Marcella Rossi, è evidente che gli unici invitati sono i genitori.

Gentile contessa Lara, mi sposerò a settembre ed ho un dubbio sulle partecipazioni. Abbiamo meno di 30 anni, sarà un matrimonio formale e ci presenteranno i nostri genitori: dobbiamo mettere i titoli professionali visto che i nostri padri sono uno avvocato e l’altro ingegnere e che mia madre è medico? E come fare con la mia futura suocera che è una casalinga? E noi due che siamo geologi? Grazie per l’aiuto che mi darà, Barbara R.

Cara Barbara, diversamente da quanto si usava in passato, adesso i titoli professionali non si utilizzano più. E visto che un matrimonio è una cerimonia privata la ritengo la cosa più elegante. Nomi e cognomi dei genitori in alto a destra e a sinistra ed i vostri sotto al centro, anche voi senza titoli, che quel giorno non hanno alcun senso e sono un’inutile ostentazione. Auguri di cuore.

Per avere un consiglio dalla Contessa Lara scrivete a: redazione.messina@sicilians.it

Contessa Lara

Contessa Lara è il nom de plume di una gentildonna messinese che non ama mettersi in mostra. Fedele agli insegnamenti della sua gioventù (le signore compaiono sui giornali solo tre volte: quando nascono, quando si sposano e quando muoiono) ha deciso di collaborare con noi, ma con discrezione. Ovviamente abbiamo accettato con gioia, sicuri che la sua competenza sarà un prezioso aiuto per chi già conosce le buone maniere e per chi invece ha ancora molta strada da percorrere sulle impervie vie del saper vivere.