Auto svaligiata, disavventura a Oliveri per dei turisti. Furti segnalati anche a Falcone

Repertorio CarabinieriAvevano lasciato la loro auto posteggiata nella zona del lungomare di Oliveri. Quando si sono però ripresentati per recuperarla, hanno scoperto che le valige e oggetti lasciati nell’abitacolo erano spariti.

La sgradevole scoperta risale a qualche giorno fa, ma la notizia sta iniziando a circolare nelle ultime ore in paese, quando un gruppi di stranieri, a Oliveri per un breve soggiorno, avevano lasciato l’auto per scendere al mare, dove i banditi hanno potuto agire pressoché indisturbati. Sul veicolo c’erano i segni del furto commesso, rilevati dai carabinieri guidati dal Luogotenente Angelo Floramo. A quanto risulta alla nostra redazione, dall’abitacolo erano sparite le valigie con gli abiti ed effetti personali. Gli inquirenti – che non hanno rilasciato dichiarazioni in merito – sarebbero al lavoro per visionare le varie telecamere della zona, nella speranza che possano aver immortalato

il colpo. Ma non sarebbe l’unico furto commesso su cui starebbero indagando i militari della Stazione di Falcone. Un furto di un’autocarro Fiat Iveco Daily sarebbe avvenuto a Falcone nelle vicinanze del casello autostradale. Un furto commesso in pieno giorno e in pochi minuti. Anche su questo episodio starebbero indagando i militari della Stazione di Falcone. Poi altri furti di minore entità sono stati segnalati in diverse altre zone dei due comuni. Utili ai fini delle indagini potrebbero risultare le riprese dei vari sistemi di videosorveglianza presenti. Noi della redazione di Sicilians vogliamo però fare una raccomandazione invitando chiunque subisca un furto, o tentato furto, ad avvisare immediatamente le forze dell’ordine. E ove possibile, sottolineamo di mettere a disposizione i filmati delle telecamere private delle zone interessate da episodi di questo tipo per indagini successive. Il contributo da parte di tutti è fondamentale per garantire la sicurezza e consegnare alla i malviventi.

 


Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.