Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

27 ottobre 11.35 Il Rione Case Gialle cambia nome e diventa Villaggio Sant’Annibale di Francia

La Giunta municipale, presieduta dal sindaco, on. Giuseppe Buzzanca, ha deliberato di intitolare il rione comunemente denominato Case Gialle con il toponimo villaggio Sant’Annibale Maria di Francia. Il vasto perimetro di complessi abitativi, edificati a Santo-Bordonaro tra la seconda metà degli anni settanta ed i primi anni ottanta, assumerà adesso il nome del Santo canonizzato dal Santo Padre Giovanni Paolo II, in Vaticano, nell’aprile del 2004. L’intitolazione avviene nell’ambito delle iniziative per il 160° anno di nascita di Padre Annibale (Messina 5 luglio 1851 – 1 giugno 1927), Santo che dedicò la sua esistenza ai poveri ed ai ragazzi di quartieri emarginati. L’esecutivo ha poi approvato la determinazione dei termini finali massimi di conclusione dei procedimenti amministrativi di competenza del Comune, con l’individuazione delle unità organizzative responsabili. Approvata la delibera di modifica delle tariffe di rimborso delle spese di istruttoria ed esitato il protocollo d’intesa tra l’Università di Messina ed il Comune per l’attivazione di stage e tirocini. Approvata poi la progettazione “Gioventù al lavoro – Youth at work”, nell’ambito del programma del Ministero della Gioventù che ha messo a disposizione 4,5 milioni di euro, per le 15 città metropolitane del Paese, per finanziare progetti in favore di politiche giovanili. I progetti interessano quattro aree: diritto al futuro (accesso alla casa, al credito ed al lavoro), servizi rivolti a studenti universitari, creatività urbana ed educazione alla cittadinanza attiva. Messina – come si ricorderà – aveva ottenuto a febbraio scorso la parametrazione di risorse con l’assegnazione di 214 mila euro; con il provvedimento approvato la Giunta definisce la progettazione con un cofinanziamento locale di 150 mila euro da parte della Banca di Credito Cooperativo Antonello da Messina.