Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Vittoria. Inaugurata la 49esima Campionaria Nazionale

taglio del nastro Fiera EMAIA VittoriaInaugurata ieri a Vittoria la 49esima edizione della Campionaria Nazionale. Il presidente della Regione Rosario Crocetta ha tagliato il nastro, con lui anche la vicepresidente Mariella Lo Bello, l’assessore all’Agricoltura Antonello Cracolici, il presidente dell’EMAIA Salvatore Tolomeo e il sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia.

Hanno partecipato all’evento anche l’eurodeputata Michela Giuffrida, i deputati regionali Nello Dipasquale e Giuseppe Digiacomo, oltre a numerosi rappresentanti dei comuni limitrofi e dell’associazionismo in provincia.

Dopo il taglio, gli ospiti hanno voluto visitare alcuni padiglioni dell’EMAIA prima di giungere nella sala convegni per l’incontro con la stampa.

Ha aperto gli interventi il presidente Tolomeo che ha dichiarato: “per me è un orgoglio essere qui e presentarvi questa 49esima campionaria. Una felicità che voglio condividere con voi, con gli espositori e con la città tutte. Fiera EMAIA, questa l’idea di chi l’ha fondata, è la casa delle imprese ed è questa la strada che il CDA vuole perseguire. Ringrazio il presidente Crocetta per aver scelto di partecipare a questa inaugurazione con parte della sua nuova Giunta, oggi qui nella sua prima occasione pubblica. A loro auguro buon lavoro e ricordo che la Regione ha scelto di essere vicina a questo evento con la presenza di un proprio stand e con l’organizzazione di un importante workshop in programma nel corso della settimana. Grazie naturalmente ai protagonisti, ovvero gli imprenditori che hanno deciso di scommettere su questa Fiera e buona Emaia a tutti”.

A ringraziare il presidente Tolomeo ed il CDA per l’invito l’eurodeputata Giuffrida secondo cui è stato: “un piacere essere presente a questo evento, che è anche un contesto di espressione del governo regionale. Mi sento molto legata a Vittoria e con il Sindaco c’è un’interlocuzione continua e costante. Come molti di voi sapranno – ha ricordato – lavoro nella Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo e posso sostenere, senza temere di essere smentita, che questo comprensorio è il cuore pulsante dell’agricoltura. Insieme sono sicura che possiamo nuovamente, da oggi, lavorare con amore, interesse e grande impegno perché si venga fuori da qualche intoppo che c’è stato per avere ciò che la Sicilia merita”.

conferenza stampa Fiera EMAIA Vittoria (1)Per il presidente del Consiglio Comunale Salvatore Di Falco la Fiera EMAIA è, ancora oggi, una delle fiere più prestigiose

del Meridione, mentre Cracolici ha affermato che “quest’area è la capitale della Sicilia produttiva, è stato detto che questa fiera è la seconda, in ordine di importanza, del meridione dopo Bari; ebbene dobbiamo provare a farla diventare prima. La Fiera non è solo una esposizione di beni, ma di intelligenze, di creatività, di uomini e donne che fanno del loro impegno la via principale da seguire per dare il meglio ai loro figli. Viviamo tempi complicati, ma qui si lavora anche per gli altri. Ecco perché dobbiamo scommettere su ciò che siamo ed abbiamo. Dobbiamo sostenere l’agricoltura sostenendo la filiera per far sì che ognuno sappia cosa fa, per cosa lo fa e quale ricchezza avrà”.

Lo Bello ha sottolineato che alla Campionaria Nazionale si trovano innovazioni e intelligenze e qui: “mi assumo l’impegno a lavorare per la valorizzazione del Commercio. Siamo noi che dobbiamo dire grazie al presidente Tolomeo per aver invitato il Governo della Regione. Non c’è cosa più bella dell’inaugurare, perché rappresenta l’inizio del viaggio”. Il sindaco Nicosia ha aggiunto che per lui sarà l’ultima novembrin. “Un anno fa ho disposto il commissariamento per trarre le condizioni per la sopravvivenza. Qualcuno, sia dalla parte politica che dai cittadini, mi aveva chiesto di chiuderla per via dei conti non apposto, per dei deficit straordinari che c’erano, ma c’erano soprattutto perché questa Fiera non è mai stata sostenuta come le altre fiere; tuttavia, proprio in quella fase in cui era facile chiudere, ho voluto scommettere sul futuro di questa città, rilanciando l’ente dopo aver chiuso la fase di commissariamento.” – ha spiegato Nicosia.

A chiudere gli interventi, il presidente Crocetta che ha ricordato l’assenza di contribui consistenti da parte della Regione, delle città e delle Province. “Fiera Emaia è l’unica che è rimasta nel panorama siciliano. Questo deve farci riflettere – ha aggiunto Crocetta. Dobbiamo sostenere l’ostinazione con la quale l’Amministrazione Comunale ha portato avanti questa battaglia e l’impegno del nuovo management. La Regione deve sostenere questa fiera per portarla avanti e farla diventare la più grande del Mediterraneo. La Sicilia è in ripresa anche grazie a questi imprenditori che non si sono arresi e che hanno fatto sì che i nostri prodotti, e non solo quelli dell’agroalimentare, siano apprezzati in tutto il mondo. Al Governo nazionale, però, chiediamo di sostenerci, di aiutarci a colmare il gap infrastrutturale che pesa sulla nostra economia. Quest’area della Sicilia è sempre stata pronta a sbracciarsi le maniche, a non aspettare che qualcuno risolva i problemi. Forse perché più lontana dai palazzi di potere ha sviluppato questa capacità e per questo, che considero un valore aggiunto, va sostenuta”.