Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Vistidall’albero. Perna mette da parte la moneta complementare per i Quartieri

L'assessore Tonino Perna
L’assessore Tonino Perna

Stavolta a battere un colpo è il professor Antonio Maria Perna, più noto come Tonino, assessore alla Cultura della Giunta Accorinti. Tutte le volte che Perna interviene, non molte in verità, ci aspettiamo che comunichi a Messina l’avvio della moneta complementare.

Anche oggi però la nostra aspettativa è rimasta delusa perché, a quanto pare, la moneta complementare sembra ormai caduta nell’oblio.

Lanciata più di un anno fa  con un dispiego di mezzi e, temiamo,  anche di risorse materiali e di energie che avrebbero potuto essere più proficuamente indirizzati in altre direzioni, battage pubblicitari, convegni, tavole rotonde e appelli alla cittadinanza, se ne sono perse le tracce.

Il culmine del percorso in un sondaggio online che doveva scegliere il nome tra quelli selezionati da un’assemblea popolare.

Termine molto in voga negli anni Settanta e riproposto dagli accorintiani. Il sondaggio si è chiuso il 31 dicembre, piuttosto ingloriosamente con 495 votanti, a  testimonianza dell’interesse che la moneta complementare ha suscitato nei messinesi.

Non val neanche la pena dilungarsi sul nome scelto per una moneta che non vedrà mai la luce. All’assessore Perna non rimane che riportare la materia della moneta complementare nelle aule universitarie, dove siamo certi che i suoi studenti ne diranno mirabilie.

Ieri invece, non avendo o non trovando niente da dire e da fare sulla sua delega principale, quella  alla Cultura, Perna ha presentato in Giunta un atto d’indirizzo sul decentramento.

Delega in realtà di Nino Mantineo, che però è troppo impegnato a riposarsi in attesa degli Stati Generali dei Servizi Sociali che lo terranno per ben due giorni consecutivi a Palazzo Zanca, per occuparsi anche di decentramento.

Ma  Perna non aveva tanto da dire sul decentramento e si è quindi limitato a ripetere cose già stabilite e presenti nei regolamenti comunali, assegnando i compiti al vicesindaco Guido Signorino sulla ripartizione delle voci di bilancio alle Circoscrizioni, alle quali dovrebbero arrivare dei fondi extra.

L’ennesima dichiarazione d’intenti di un assessore di questa Giunta. La registriamo e attendiamo con incrollabile fiducia tempi migliori. Buona giornata dall’albero!