Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Violenze in famiglia, la Procura allontana da casa 52enne

Negli ultimi tre anni hanno sopportato di tutto. Le minacce, i maltrattamenti, la violenza fisica. Poi non ce l’hanno fatta più e lo hanno denunciato.

Gli anziani genitori di un 52enne prepotente sono usciti dall’incubo di una vita diventata infernale questa mattina, quando i Carabinieri della Sezione di polizia giudiziaria della Procura della Repubblica di Messina, nell’ambito di un’indagine coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Messina Antonio Carchietti, hanno notificato ad un uomo di 52 anni un provvedimento di allontanamento con il quale gli si contestano i reati di

maltrattamenti in famiglia, minacce, tentata estorsione e violazione di domicilio.

L’uomo ha dovuto quindi lasciare immediatamente l’abitazione dei genitori, alla quale non potrà più accedere senza autorizzazione. Al 52enne è stato vietato anche di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dai genitori.

“L’indagine -spiegano dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Messina- ha avuto origine a seguito della denuncia sporta dai genitori dell’uomo. Costui da circa tre anni, approfittando della convivenza con i genitori, in più occasioni maltrattava la madre affetta da problemi di salute derivanti anche da un pregresso ictus e minacciava di morte il padre. Il tutto, per costringerli a tollerare la sua permanenza presso l’abitazione e a consegnargli somme di denaro”.