Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Via libera della Giunta ai cantieri lavoro e alle 35 ore dei precari

La Giunta Accorinti

Disco verde della Giunta Accorinti alle 26 schede relative ai programmi di lavoro per i cantieri di servizio previsti per Messina.

I cantieri dureranno al massimo 3 mesi e impegneranno centinaia di lavoratori tra i 18 ed i 65 anni non compiuti e residenti nel Comune da almeno sei mesi.

Il 50% degli addetti dovrà avere tra 18 e 36 anni, il 20% tra i 37 ed i 50 anni, un altro 20% saranno gli ultracinquantenni ed il restante 10% sarà equamente suddiviso tra disabili e immigrati residenti da almeno 6 mesi nel territorio del Comune ed in possesso della carta di soggiorno.

Per ogni programma sarà designato un responsabile del procedimento, che sarà individuato tra i funzionari o i dirigenti del Comune.

Ai dirigenti del settore inerente il cantiere competerà l’esecuzione degli atti necessari per la realizzazione dei cantieri con la riserva, laddove fosse necessario, di designare il funzionario responsabile del procedimento.

Il sindaco Accorinti provvederà a richiedere ufficialmente il finanziamento dei cantieri di servizio, previsti dalla direttiva assessoriale del 26 luglio scorso emanata dall’Assessorato regionale alla Famiglia, alle Politiche sociali e al Lavoro.

“Con un successivo provvedimento -spiegano da Palazzo Zanca- sarà costituita un’Unità di Progetto per la gestione di tutte le attività inerenti la realizzazione e la conclusione dei “Programmi di lavoro”, compresa l’individuazione del soggetto delegato alla predisposizione delle buste paga e a tutti gli adempimenti connessi. Vista l’imminenza della scadenza dei termini di presentazione dell’istanza di finanziamento alla Regione Sicilia, l’atto del sindaco Accorinti sarà immediatamente esecutivo”.

Intanto, con l’estensione a 35 ore della settimana lavorativa dei precari in forza all’amministrazione comunale, si chiude l’era dei figli e dei figliastri tra i 244 contrattisti, con alcuni privilegiati che arrivavano a superare le 30 ore settimanali e la maggior parte bloccata a 24 o addirittura a 18 ore. Ratificata poi, per il personale contrattista, l’estensione dell’orario contrattuale a 35 ore settimanali dall’1 ottobre al 31 dicembre 2013.

Il provvedimento, che riguarda il periodo dall’1 ottobre

al 31 dicembre 2013 riguarda i 148 lavoratori inquadrati della Legge Regionale 21 del 2003, gli 84 della Legge Regionale 85 del 1995, i 12 dell’ex D.L. 468 del 1997 e i 50 contrattisti in servizio nel Corpo di Polizia municipale.

L’esecutivo ha dato il via libera anche alla costituzione del Fondo Risorse Decentrate stabili e variabili 2012 per il personale a tempo indeterminato e di risorse economiche anno 2012 per il personale a tempo determinato, inerente il pagamento degli oneri relativi a prestazioni aggiuntive e all’applicazione del salario accessorio.

Approvato lo schema di regolamento della biblioteca comunale Tommaso Cannizzaro e dell’archivio storico con annessa biblioteca “Nitto Scaglione”. “La Giunta -spiegano da Palazzo Zanca- ha preso atto del decreto di finanziamento dell’assessorato regionale alla Famiglia di 540 mila euro per il progetto “Servizi on-line evoluti per il rapporto scuola famiglia istituzioni: progetto Seol” – POR Sicilia 2007-2013, con l’impegno alla restituzione in caso di revoca del finanziamento per inadempimento degli obblighi previsti a favore della Regione Siciliana.

Il progetto, che era stato presentato dal Dipartimento CED e ammesso al finanziamento, prevede la realizzazione di diversi interventi integrati tra loro in modo da costituire un’unica infrastruttura per la comunicazione e per la razionalizzazione degli interventi sociali, rivolti agli studenti ed alle famiglie di appartenenza. L’operazione, nel suo complesso, prevede la realizzazione, l’adeguamento e lo sviluppo di strutture e servizi in particolare per le utenze svantaggiate, stimolando l’attivazione di nuovi canali informativi e rafforzando servizi di carattere integrato in settori nevralgici come quelli della formazione e della scuola.

Esitata poi la donazione libera e gratuita di 3.300 volumi della biblioteca del deputato Nicola Capria, depositati all’Archivio Storico del Palacultura e che potranno essere consultati da studenti e studiosi. Tra i vari argomenti trattati anche la ricostruzione della storia della Prima Repubblica.

Approvato anche il “Progetto per la definizione istruttoria delle pratiche di condono edilizio” proposto dal dirigente del Dipartimento Edilizia privata e repressione dell’abusivismo. Deliberato infine l’aggiornamento del Catasto dei soprassuoli percorsi dal fuoco, per la cui redazione sono stati utilizzati e verificati i dati disponibili per l’anno 2010, composto dagli elenchi catastali e dalle relative perimetrazioni su cartografia tecnica e catastale”.