Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Va in giro con un’arma orientale, denunciato diciottenne messinese

Il nunchaku sequestrato al diciottenne denunciato

Andava in giro senza patente, con un’arma orientale e una dose di marijuana. E se la quantità minima di stupefacente gli è costata solo la segnalazione alla prefettura come consumatore abituale, per il resto gli è arrivata una denuncia in stato di libertà per possesso illecito di arma e guida senza patente.

“Nei giorni scorsi, nel corso dei quotidiani servizi preventivi dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina -spiegano dal Comando Provinciale dei Carabinieri- è stato fermato un giovane alla guida di un grosso motociclo senza patente, in possesso di un’arma orientale e di una dose di marijuana.

Inizialmente ha destato alcuni sospetti nell’equipaggio di una gazzella in servizio nella zona del centro, poiché alla vista dei militari aveva parcheggiato il mezzo a due ruote su cui stava viaggiando ed aveva cercato di allontanarsi a piedi con fare circospetto.

Immediatamente fermato e sottoposto ad approfondito controllo, anche alla luce di alcuni precedenti di polizia a proprio carico, lo stesso è stato sorpreso con una dose di marijuana in tasca, per la quale riteneva plausibile giustificarsi dicendo che ne era un semplice assuntore.

Ma la vera sorpresa è arrivata

in seguito, quando i carabinieri hanno trovato nel vano sottosella del motociclo, un’arma di origine orientale, il nunchaku, per il cui possesso il giovane non ha fornito alcuna ragionevole spiegazione.

Dai successivi controlli dei documenti di guida, è poi emerso che il centauro in erba non aveva alcun titolo per mettersi al manubrio del motociclo, non avendo mai conseguito la patente. Denunciato quindi per possesso illecito di arma e per guida senza patente, il ragazzo è stato anche segnalato al Prefetto della città quale abituale assuntore di sostanze stupefacenti”.

E sempre nell’ambito dei servizi di controllo del territorio per contrastare l’uso degli stupefacenti, i carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno segnalato al prefetto di Messina un ventenne trovato in possesso di una piccola quantità di marijuana.

Il giovane era con altri 8 coetanei, che al passaggio di una gazzella dei carabinieri si sono allontanati senza alcun motivo apparente. I militari dell’Arma hanno però notato il ragazzo buttare qualcosa in una pianta, prima di scappare. Raggiunti e identificati tutti i componenti il gruppo, i carabinieri hanno avuto modo di verificare che il ventenne aveva cercato di disfarsi di una dose di marijuana, della quale si è dichiarato unico possessore e abituale consumatore. Oltre alla segnalazione, al ragazzo è stata anche ritirata la patente di guida per un periodo di trenta giorni.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.