Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Una Sigma Barcellona stanca perde il derby

La Sigma impatta contro l’Upea perdendo il derby in casa degli orlandini, al termine di una partita giocata molto spesso in ombra, le bocche di fuoco barcellonesi risultano imprecise e tutti i terminali di attacco sono ben imbrigliati dalla difesa di coach Pozzecco.

La cornice di pubblico è tra le più suggestive, il PalaFantozzi è una bolgia infernale per il calore del pubblico locale e per la nutrita schiera di tifosi barcellonesi che hanno seguito la squadra nell’atteso match.

L’inizio è da incubo per la Sigma. Dopo il primo minuto di apparente equilibrio, Capo d’Orlando inizia una serie impressionante di canestri e difese che portano l’Upea sul 20 a 6.

Barcellona tenta di rialzarsi e lo fa passando dalle mani di Green e Hardy dall’arco, Cittadini e Callahan da sotto canestro, il quarto si chiude con l’Upea a +4, 23 a 19.

Nel secondo quarto l’andazzo della partita non cambia, la Sigma che fa gli straordinari per restare attaccata al match, ma la serata di grazia di Young porta avanti i paladini 47 a 36 alla pausa lunga.

Si rientra in campo con Capo d’Orlando che spinge subito forte, Hardy con due triple mantiene la Sigma Barcellona. Perdichizzi prova il tutto per tutto e mette dentro il roster titolare sperando di agguantare il pareggio, ma il risultato non arriva e Young stoppa Bucci e si invola, canestro e tiro aggiuntivo.

Young macchia la sua serata rivolgendo un gestaccio al pubblico ospite, ma è solo redarguito dalla terna arbitrale che non prende alcun provvedimento a suo carico. Nell’ultima frazione di gioco l’aggressività dei padroni di casi fa la differenza.

Barcellona le prova tutte, l’unico risultato è di salvare l’onore, ma l’inerzia dell’incontro è ormai segnata e Capo d’Orlando chiude 93 a 84.

La Sigma Barcellona ha risentito degli sforzi extra dell’ultimo incontro ed è sembrata stanca e sottotono, l’Upea approfittando del suo turno di riposo si è presentata al top a questo derby. Ma il calendario non è sicuramente favorevole a nessun riposo e i giallorossi saranno attesi già domenica all’importante incontro in casa contro Brescia per mantenere la testa della classifica.

Upea Capo d’Orlando: Young 27, Poletti 16, Portannese 3, Mathis 14, Huff 25; Benevelli 6, Palermo, Pellegrino 2. Non entrati: Micale, Vignali, De Lise, Bontempo. Coach: Gianmarco Pozzecco.

Sigma Barcellona: Cittadini 11, Thomas 10, Hardy 21, Green 12, Callahan 12; Bucci 4, Mocavero 7, Eliantonio 5, Giuri 2. Non entrati: Sofia, Coviello, Biondo. Coach: Giovanni Perdichizzi.