Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Una Sigma a due velocità cede a Casale Monferrato

Nello scontro al vertice della 6° giornata di ritorno del campionato di Lega Due la Sigma Barcellona ne esce sconfitta 77-79, cedendo così il secondo posto proprio a vantaggio dei piemontesi e si distanzia di quattro punti dalla vetta, in virtù della vittoria di Pistoia in casa.

E’ una sconfitta amara quella in cui i ragazzi del coach Perdichizzi incappano nell’ultima partita sul neutro di Cefalù. I giallorossi hanno una partenza veemente, decisa e concreta. Il primo quarto, fatto di giocate veloci, rapidi capovolgimenti e colpi da cineteca, regala ai circa 2000 spettatori presenti l’illusione di una partita spettacolo, ma con già i due punti in tasca.

Cittadini e Callahan mettono entrambi le mani sul ferro e risultano inarrestabili dalla difesa di Casale, il primo quarto è tutto locale e si chiude sul 24-18. Il secondo quarto regala una reazione di orgoglio degli ospiti a cui prontamente risponde Thomas e Cittadini nuovamente appeso al canestro a schiacciare. L’attacco barcellonese dimostra di avere un passo diverso ed è sempre oltre la difesa piemontese che soffre  Green che libera facilmente i suoi al tiro.

Si va alla pausa lunga, Barcellona avanti di otto. Il roster del Longano sembra essere padrone dell’incontro ma nonostante ciò gli ospiti hanno giocato soffrendo e rimanendo sempre attaccati al match. Al rientro la musica sembra non cambiare. T. Green dalla lunga mette un preciso tiro da tre, seguito da un boato dagli spalti, l’attacco siciliano è implacabile, i piemontesi sono aggrappati con le unghie e con i denti per

non lasciare scappare i locali, Ware ne mette due da tre e tiene i suoi a meno 10.

Al rientro nell’ultimo quarto la Sigma si ritrova di fronte una Casale trasformata rispetto ai tre quarti precedenti, nei soli primi tre minuti del quarto gli ospiti hanno cancellato lo svantaggio riaprendo l’incontro, ma hanno chiaramente dimostrato che l’inerzia è dalla loro parte. Nel minuto successivo Barcellona non riesce a reagire e subisce l’attacco avversario, freddo e lucido. La Sigma dopo aver condotto al trotto la gara si ritrova sotto 72 a 77. A 60 secondi dalla sirena i giochi sembrano fatti per gli ospiti, che concedono l’unica sbavatura del quarto permettendo a Cittadini canestro e fallo, e sul successivo tiro sbagliato di Ware Green mette due tiri dalla linea della carità ed è parità, 77 a 77 a 6 secondi dalla fine.

Ware si riscatta dal precedente errore ed in sospensione porta a +2 Casale a due secondi dalla sirena. Timeout dei giallorossi che preparano lo schema che purtroppo non si concretizza lasciando la vittoria ad una sempre viva Casale Monferrato, a cui va il merito non di non aver mai mollato e di aver sfoderato il suo meglio nel quarto decisivo. Sulle sponde del Longano si saluta Cefalù sperando di aver fatto tesoro della squalifica, ma con una posizione di classifica che dopo aver assaporato il gusto della vetta sta molto stretta ai ragazzi del presidente Bonina.

Sigma Barcellona: T. Green 21, Thomas 18, Sanders 6, Callahan 6, Cittadini 21; Bucci, Mocavero 2, Eliantonio, Giuri 3. N.e.: Coviello, Crisafulli. All.: Perdichizzi.
Casale Monferrato: Ware 22, R. Green 6, Malaventura 13, Martinoni 14, Butkevicius 6; Antonelli 2, Pierich 3, Monaldi, Ferrero 13. N.e.: Giovara. All.: Griccioli.