Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Un super Corona trascina l’ACR: la Vigor Lamezia battuta 1-0

Corona segna il gol della vittoria (Foto Paolo Furrer)
Corona segna il gol della vittoria (Foto Paolo Furrer)

La squadra di Grassadonia deve confermare gli ottimi risultati ottenuti nelle ultime gare e dare continuità al proprio cammino in campionato. La Vigor fino a qui ha superato le proprie aspettative perdendo solamente contro la Salernitana.

Il mister dei peloritani conferma la formazione delle ultime gare con Orlando e Corona davanti ed Iuliano in porta. Lo schieramento tattico è il consueto 4-3-3. La Vigor Lamezia invece conferma Improta  e Puccio e si schiera a specchio.

L’inizio di gara è tutto a favore dei peloritani con l’attaccante esterno Izzillo che colpisce il pallone di testa da buona posizione ma non riesce a concretizzare l’occasione avuta (3′).

La risposta degli ospiti però non si fa attendere e già al settimo Improta prova la botta di sinistro, ma  la sua conclusione finisce fuori (7′).

Qualche minuto più tardi doppia occasione per i giallorossi, oggi in maglia bianca, prima con un destro di Rosario Bucolo al decimo, e successivamente con Orlando, il quale dopo aver difeso un pallone dalla pressione avversaria, scarica un destro che si spegne a lato.

Fin qui ottimo inizio dei padroni di casa ma al 19′ la Vigor Lamezia ha l’occasione più nitida del match fin qui, con una punizione di Puccio il cui tiro-cross è deviato da Iuliano, il quale si dimostra molto reattivo nella circostanza (19′). Il momento è favorevole alla squadra di Erra che ha la possibilità di colpire ancora il bersaglio con Improta.

La chiave di volta del match arriva qualche minuto più tardi con Battaglia che in area di rigore non spazza il pallone e Damonte è rapido a sfruttare un attimo di incertezza del giocatore lametino, che a questo punto vistosi superato trattiene per la maglia il centrocampista giallorosso e  l’arbitro Mainardi di Bergamo non può che fischiare il calcio di rigore. Sul punto di battuta va Giorgio Corona che spiazza il portiere Piacenti e manda in vantaggio i suoi. Per l’attaccante giallorosso si tratta del 52esimo gol con la maglia del Messina. (33′)

La squadra di Grassadonia  amministra i restanti minuti da giocare rendendosi pericolosa al 40esimo con un fendente di Donnarumma. (40′) La ripresa comincia sulla falsa riga del primo con il Messina che si rende pericoloso al 52′ e sugli sviluppi corner battuto dalla sinistra è Donnarumma che calcia centralmente e debolmente.

Nella ripresa il match regala poche emozioni, con il Messina che non spinge più di tanto e la Vigor che non riesce ad impensierire la retroguardia dei padroni di casa. Al 62′ il primo cambio degli ospiti, ad uscire,dal terreno di gioco è Battaglia e al suo posto entra Domenico Giampà, ex del Messina e applaudito dal pubblico di casa. Al minuto 68′ è  il Messina che effettua una sostituzione ed è Nicolas Izzillo ad abbandonare il campo e a far spazio a Marco Bortoli.

L’occasione per pareggiare  per gli ospiti arriva al 70′ con Rapisarda che penetra in area di rigore dalla destra e mette in mezzo un tiro cross sul quale Iuliano si disimpegna con i piedi.

Il Messina in questa fase ha indietreggiato molto il proprio baricentro e la Vigor e comincia a pressare la retroguardia giallorossa, ma con scarsi risultati. La Vigor Lamezia si rende pericolosa con Scarsella che protegge un pallone al limite dell’area e scarica dietro per Puccio ma il suo tiro finisce alto sulla trasversale.( 75′).

Ancora la formazione lametina che si fa vedere al 77′ con  Held  che guadagna un ottima punizione dal limite corto dell’area di rigore, è Puccio che va sul punto di battuta ma  il suo cross è respinto sui piedi di Giampà, che cicca il pallone. Si conclude con un nulla di fatto quella che a tutti gli effetti è l’occasione più ghiotta per gli avversari in questo secondo tempo.

Nel restante quarto d’ora di gara non succede molto, se non qualche numero di Corona per disorientare gli avversari e gli scroscianti applausi del pubblico di casa. L’ultima occasione arriva per gli ospiti proprio all’ultimo minuto di gara, con Puccio che batte una punizione da posizione simile a quella battuta qualche minuto prima, ma gli esiti non sono differenti. Dopo 5′ minuti di recupero il signor Mainardi  fischia la fine del match.

E’ un risultato assolutamente meritato per i padroni di casa, che si sono resi pericolosi e dopo la rete del vantaggio firmata da Giorgio Corona non hanno subito clamorose occasioni. La Vigor è stata costretta a giocare una partita diversa da come era stata preparata, ma ha pagato l’errore di un singolo, dimostrando di essere una squadra compatta.

I  giallorossi con questo successo salgono a quota 11 punti in classifica scalando posizioni in classifica e mostrando continuità di risultati. La Vigor rimane ferma a 15 punti, perdendo l’occasione di agganciare il treno di testa.

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.