Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Un by-pass di 110 metri per il viadotto Ritiro

Una via di fuga di 110 metri per la messa in sicurezza del viadotto Ritiro da realizzarsi in tempi brevissimi e il completamento degli svincoli di Giostra e Annunziata.

L’assessore ai Lavori Pubblici Sergio De Cola ha chiamato a raccolta stamane gli attori principali per una vicenda che si trascina da anni.

La soluzione individuata per il viadotto è quella di una variante al progetto degli svincoli, che a dispetto della recente inaugurazione in pompa magna, devono ancora essere completati.

Per condividere le linee operative delle soluzioni tecniche ed economiche da adottare per chiudere anche questa partita iniziata nel 1989 con un Accordo di Programma, l’assessore De Cola ha convocato i colleghi di Giunta Filippo Cucinotta (Protezione Civile) Gaetano Cacciola (Viabilità e Trasporti), il commissario straordinario del Consorzio Autostrade Siciliane Nino Gazzara, i dirigenti tecnici del CAS, il direttore regionale dell’ANAS Salvatore Tonti e il direttore dei lavori Cristiano Fogliano.

“Dopo tre incontri con il CAS e due con l’ANAS -ha dichiarato al termine dell’incontro l’assessore De Cola- per la prima volta il Comune di Messina si è seduto attorno a un tavolo con i suoi partner. La problematica era stata trattata nell’agosto dello scorso anno ed è relativa ad un’ordinanza del 2010. Dopo l’odierno confronto abbiamo previsto come soluzione la realizzazione di un by-pass, cioè una via di fuga di 110 metri fino al termine dello svincolo permanente. L’anticipazione economica per la sua costruzione sarà a carico del CAS, mentre la richiesta di accesso ai fondi spetterà alla Protezione Civile. Ciò consentirà anche la riduzione del traffico cittadino, eliminando l’unica corsia del viadotto Ritiro”.

Prossimo appuntamento lunedì 2 settembre.