Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Troppe irregolarità, sequestrato cantiere a Sant’Agata Militello


Troppe irregolarità e di ogni genere. E così questa mattina gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Sant’Agata Militello hanno sequestrato un’ampia area residenziale all’interno dello stesso Comune.

Nella zona era prevista la realizzazione di un complesso immobiliare di 18 edifici.

La Polizia di Stato ha dato esecuzione ad un provvedimento emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Patti scolaro, su richiesta del Sostituto della Procura della Repubblica Francesca Bonanzinga nell’ambito di un’indagine tecnica che ha permesso di scoprire numerose irregolarità urbanistiche, edilizie, paesaggistiche ed ambientali.

Del progetto, da realizzare in un’area di oltre 7 mila metri quadrati, sono responsabili funzionari, professionisti, amministratori di cooperative e costruttori.

A destare i sospetti della Procura il rilascio della concessione per la realizzazione del complesso immobiliare di Contrada Minà e delle connesse opere di urbanizzazione alla cooperativa edilizia “Marika”, ritenuta illegittima perché priva del nulla osta della Soprintendenza, indispensabile visto che si tratta di un’area posta a ridosso dell’argine del torrente Cannamelata e quindi sottoposta a vincolo paesaggistico.

Sono stati denunciati i titolari della ditta esecutrice dei lavori, il presidente della Cooperativa edilizia Marika ed il direttore dei lavori, mentre il cantiere è stato chiuso.