Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Trasparenza in Consiglio comunale: le sedute in streaming

In arrivo la diretta streaming durante le sedute del Consiglio comunale. Gianpiero Neri, l’esperto per la comunicazione del sindaco Renato Accorinti, è al lavoro dalla settimana scorsa per garantire la ripresa del servizio, interrotto nel 2011.

“Già la settimana scorsa abbiamo iniziato ad effettuare le prove video e audio -spiega Neri- ed entro pochi giorni dovrebbe essere tutto pronto. Il servizio costerà meno di 40 euro al mese (quello totalmente gratuito prevedeva dei passaggi pubblicitari) e in cambio faremo un grande passo in avanti sulla strada della trasparenza.

Chiunque collegandosi ad internet potrà seguire in diretta i lavori del Consiglio comunale e seguire passo, passo lo svolgimento dei lavori. I messinesi hanno il diritto di sapere quello che succede e la diretta streaming è il mezzo più economico, veloce ed efficace. A curare questo importante

servizio sarà il CED del Comune, che possiede mezzi e uomini”.

Neri è soddisfattissimo del lavoro fatto, che consentirà alla città e agli elettori di capire quello che succede nell’Aula, dove di fatto si decidono le scelte più importanti per Messina. Resta da vedere, quali saranno le reazioni dei 40 consiglieri. Che posti sotto l’occhio impietoso della telecamera non potranno più autoassolversi quando il Consiglio si pronuncerà su scelte essenziali, negando o esaltando (a seconda dell’esito della votazione) il proprio ruolo.

Internet non perdona e tutti, non solo la stampa, cui spetta il compito non sempre facile di semplificare e tradurre quanto avviene a Palazzo Zanca, conosceranno in tempo reale decisioni e posizioni dei singoli consiglieri.

Interventi sconcertanti o davvero attenti agli interessi della città, liti tra schieramenti o accordi che mai ti aspetteresti, conoscenza relativa di grammatica e sintassi o eloquio garbato, comportamenti eleganti o adatti a tutt’altro luogo: il re è nudo. Finalmente.