#Trapani. Rito abbreviato per padre Librizzi, è accusato di reati sessuali

Violenza donne 2Don Sergio Librizzi, ex direttore della Caritas di Trapani, sarà giudicato il 9 marzo con il rito abbreviato.

Le accuse contro Librizzi sono molto pesanti, concussione e violenza sessuale pluriaggravata. L’arresto, nel giugno 2014, da parte degli agenti della sezione di polizia giudiziaria del forestale delle Stato, ha creato forte disagio nel mondo della solidarietà trapanese. Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore di Trapani Paolo Di Sciuva, raccontano di un prete privo di scrupoli che facilitava l’iter di concessione dello status di rifugiato agli immigrati a fronte di prestazioni sessuali.

L’arresto di don Sergio Librizzi  ha portato “nello

sgomento, nell’amarezza e nel desiderio di vivere ancora più coerentemente alla della Verità” – dichiaravano con una nota lo scorso 24 giugno dalla Curia trapanese. Il Vescovo all’epoca lo ha immediatamente sospeso dalla sua funzione di parroco.

Librizzi, membro influente della commissione territoriale di Trapani per il riconoscimento della protezione internazionale, deve rispondere per otto casi di violenza commessi a partire dal 2009. Nell’inchiesta è finita anche la gestione di Librizzi della cooperativa diocesana Badiagrande, che negli ultimi anni ha gestito diversi centri di accoglienza come il CIE di Milo ed il CARA, Centro di Accoglienza per richiedenti Asilo, di Salinagrande.

 


Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.