Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Trapani. Arrestato Gaspare Como, cognato di Matteo Messina Denaro

Matteo Messina Denaro
La ricostruzione della Polizia del volto di Matteo Messina Denaro

Stamattina, la Sezione Operativa della Direzione investigativa antimafia di Trapani ha arrestato Gaspare Como, cognato del capo di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro.

L’uomo, 45enne pregiudicato per associazione a delinquere, già sorvegliato speciale, è sposato con Bice Messina Denaro sorella del Boss latitante.

Como, che è stato posto agli arresti domiciliari e dovrà portare il cosiddetto braccialetto elettronico, deve rispondere di trasferimento fraudolento di valori.

I provvedimenti cautelari sono stati emessi dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Marsala Vito Sladino, su richiesta formulata dalla Procura della Repubblica di Marsala, che

ha condiviso le risultanze della DIA.

In base alle indagini avrebbe utilizzato diversi prestanome, indagati a piede libero, per gestire due negozi di abbigliamento a Castelvetrano e Marsala.

Inoltre, avrebbe acquistato, sempre utilizzando come prestanome alcuni imprenditori castelvetranesi, una villetta a Triscina.

Secondo gli inquirenti, Como avrebbe fatto ricorso ai prestanome per eludere la normativa in materia di misure di prevenzione. Infatti, già nel 2012, la Procura della Repubblica di Marsala  aveva sottoposto a sequestro altri beni, tra cui immobili e auto di lusso, per intestazione fittizia.

Di recente, peraltro, il Comune di Castelvetrano gli aveva revocato, su indicazione della DIA, una licenza commerciale per vendita al dettaglio di abbigliamento, ottenuta in mancanza dei requisiti previsti dalla Legge.
Il valore dei beni sottoposti a sequestro ammonta a circa 200 mila euro, tra cui un’azienda commerciale di vendita al dettaglio di abbigliamento e la villetta a Triscina.