Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#TermeVigliatore. Carmela Crisafulli è il nuovo assessore al Bilancio

 

Carmela Crisafulli

Carmela Crisafulli è il nuovo assessore al Bilancio di Terme Vigliatore. La Crisafulli subentra a Gino Crisafulli, che si era dimesso l’1 aprile scorso. “Sono felice e allo stesso tempo entusiasta per la nomina oggi ricevuta dal sindaco  Cipriano, che ringrazio per la fiducia accordatami -ha dichiarato il neo assessore. Pur riconoscendo la responsabilità  dell’incarico e i molteplici impegni che la vastità delle deleghe comportano, già da oggi ho iniziato il mio lavoro nella doppia veste di consigliere e assessore alla programmazione economica dell’Ente. Inizio il mio andato facendo tesoro del lavoro di chi mi ha preceduto, al quale

va un ringraziamento particolare oltre alla mia stima incondizionata e all’affetto che ci lega da sempre. Posso affermare con certezza che ha profuso negli anni il massimo impegno con ottimi risultati”.

La Crisafulli ha già inviato le dimissioni dalle Commissioni consiliari delle quali fa parte. “Le mie scelte saranno dettate dal senso di responsabilità e sempre nella massima trasparenza e per il bene della collettività. I primi tre punti dei quali mi occuperò saranno il bilancio con tutti gli atti propedeutici, il trasferimento del mercato, l’APP comunale e tanto altro ancora. Terrò costantemente informati i cittadini del mio operato nel rispetto dell’amministrazione trasparente. Ho in programma un incontro con capi area per verificare lo stato degli atti propedeutici al bilancio e un incontro a breve con il corpo di Polizia Municipale per valutare eventuali criticità”.

 

 

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.