Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Terme Vigliatore – Trovati a rubare all’interno di un lido dismesso, scattano due arresti

I Carabinieri della Stazione di Terme Vigliatore e della Sezione Radiomobile della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto ieri pomeriggio hanno arrestato, in flagranza di reato, il 51enne B.R. ed il 27enne P.M., già noti alle forze dell’ordine, in quanto ritenuti responsabili del reato di furto aggravato in concorso.

I militari, insospettiti dalla presenza di un’autovettura parcheggiata nelle immediate vicinanze di un lido balneare in fase di liquidazione fallimentare a Marchesana, hanno ritenuto di effettuare un accurato controllo. Constatato che le porte di accesso presentavano segni di effrazione, i militari sono entrati all’interno, sorprendendo due uomini che, alla loro vista, tentavano la fuga ma, dopo un breve inseguimento a piedi protrattosi nella vicina zona costiera, sono stati raggiunti

e bloccati dai carabinieri. All’esito delle verifiche effettuate sullo stato dei luoghi, i militari  hanno accertato che, i due individui, dopo aver forzato le porte di accesso, si erano furtivamente introdotti all’interno dei locali del lido ed avevano già smontato e accatastato, per il successivo trasporto, svariata attrezzatura industriale da ristorazione.

La refurtiva è stata riconsegnata al legittimo proprietario mentre gli attrezzi utilizzati per compiere le effrazioni e lo smontaggio dell’attrezzatura sono stati sottoposti a sequestro.

B.R. e P.M. sono stati arrestati con l’accusa di furto aggravato in concorso ed al termine delle formalità di rito, come disposto dal Sostituto Procuratore di turno, della Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, sono stati accompagnati nelle proprie abitazioni in regime degli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.