Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Tentano il furto in una tabaccheria a Briga, arrestato uno dei ladri

Vittorio Spera
Gli arnesi da scasso utilizzati dai tre ladri

E’ andato a vuoto il tentativo di furto in una tabaccheria di Briga.

Due dei ladri sono riusciti a scappare, ma il terzo è stato scoperto mentre si nascondeva in spiaggia.

Manette per il 31 enne palermitano Vittorio Spera, finito in carcere con l’accusa di tentato furto pluriaggravato in concorso.

Ad arrestarlo questa notte verso le 3.30 gli agenti delle Volanti.

“L’uomo -spiegano dalla Questura di Messina- con la complicità di altri due individui al momento ignoti, ha tentato di mettere a segno un

furto ai danni di una rivendita tabacchi in zona sud a Briga.

L’arrivo tempestivo dei poliziotti delle Volanti ha messo in fuga i rei, che si sono dileguati lungo la spiaggia vicina. Uno dei tre, il trentunenne arrestato, con il volto ancora travisato da un passamontagna ed abiti scuri, è stato individuato dagli agenti tra la vegetazione di un fitto canneto”.

Durante il sopralluogo è emerso che i ladri avevano manomesso il sistema di videosorveglianza utilizzando una scala abbandonata sul posto al momento della fuga. La saracinesca della tabaccheria è stata forzata e poi sollevata di una ventina di centimetri con gli arnesi da scasso, anch’essi trovati sul posto e sequestrati.

Su disposizione del Sostituto Procuratore del tribunale di Messina Antonino Carchietti, Spera è stato condotto presso la Casa Circondariale Messina Gazzi, mentre la Polizia è sulle tracce dei complici.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.