Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Telefoni a Palazzo Zanca, David (PD) replica alla Barrile

La presidente del Consiglio comunale Emilia Barrile

Giovedì scorso la nota della presidente del Consiglio comunale di Messina Emilia Barrile ai colleghi d’Aula, per ricordare che “le telefonate esterne verso i cellulari dalle stanze dei Gruppi consiliari devono avvenire tramite chiamata al centralino e che la disabilitazione del traffico telefonico in uscita verso i cellulari dalle postazioni dei Gruppi è finalizzata al contenimento della spesa per le utenze telefoniche.

Oggi la replica del capogruppo del PD Paolo David. Che pur dichiarando di apprezzare l’iniziativa della collega di partito e ricordando che oltre tre anni fa, in una nota inviata all’allora assessore al Bilancio Orazio Miloro aveva denunciato “l’indiscriminato utilizzo dei telefoni nelle sedi assegnate ai gruppi consiliari per ragioni personali non riconducibili allo svolgimento di attività istituzionali”, ribadisce quello che già aveva puntualizzato allora: per contenere la spesa servono codici personali che facciano pagare le telefonate di tasca propria ai consiglieri.

Nella nota inviata alla presidente Barrile, David ripropone l’idea “in modo da poter attuate un severo controllo delle spese telefoniche che non sarebbe attuabile se tutte le chiamate fossero smistate dal centralino generale di Palazzo Zanca. La nuova procedura dovrà però essere estesa ai dirigenti, ai funzionari , ai gruppi consiliari e a quanti, a vario titolo, siano nelle condizioni di utilizzare le linee telefoniche comunali”.