Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#TargaFlorio. I medici: “Gemma è in prognosi riservata, ma c’è fiducia”

L’edizione numero 101 della Targa Florio è terminata in tragedia per la morte del pilota Mauro Amendolia e del commissario di gara Giuseppe Laganà a causa di un incidente occorso alla Mini Cooper numero 29 del duo Amendolia-Amendolia, che ha di conseguenza travolto il marshall. Gemma Amendolia, navigatore del padre, è invece all’ospedale in coma indotto.

https://sicilians.it/palermo-tragedia-alla-targa-florio-incidente-causa-due-morti-un-ferito-grave-138940

Di seguito le dichiarazioni degli organizzatori e del medico Davide Di Fabrizio in conferenza stampa, convocata per confermare l’annullamento della Targa Florio di quest’anno e per aggiornare i media sulle cause dell’incidente e sulle condizioni di Gemma (fonte rallylink.it).

Si conferma l’annullamento della parte sportiva della Targa, in rispetto alla famiglia del Commissario Giuseppe Laganà e del pilota Mauro Amendolia coinvolti. Un pensiero per la figlia Gemma Amendolia che sta lottando in ospedale.

I sanitari giunti sul posto non potevano fare altro che constatare che pilota e commissario erano deceduti. Gemma è stata estratta con i device del caso e in stato cosciente. Portata in un primo momento all’ospedale di Petralia, è stata trasferita poi

in eliambulanza all’ospedale Civico di Palermo in rianimazione.
Gemma è stata sempre vigile e cosciente, presentava un trauma al braccio con una ferita che è stata suturata. Sono state escluse emorragie cerebrali, ma è stata messa comunque in coma farmacologico. E’ confermato che Gemma è in prognosi riservata, ma il medico si dice fiducioso sul fatto che la ragazza ce la possa fare.

Il DG Cassino conferma che la prova era in sicurezza: l’incidente è avvenuto in un tratto rettilineo subito dopo una curva ma non si hanno altri elementi finora. Il Commissario era in posizione sicura, a due metri dalla strada in un tratto rettilineo, si parla di fatalità quindi. Nella Piano Battaglia 1 il conduttore era Mauro, la navigatrice la figlia. Il senso di rispetto ha portato all’annullamento della parte rally. Non ci sono stati altri motivi. Il Collegio dei Commissari prenderà una decisione su come classificare la parte di rally disputato.

Foto Facebook

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.