Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

TARES entro il 31 dicembre e dal 23 si ricomincia con le file

Confermato il pagamento della TARES entro il 31 dicembre. Questa volta non dovrebbero esserci ripensamenti, ma alla luce di quanto è avvenuto ultimamente con il pagamento dell’IMU (prima no e poi sì), giusto per fare un esempio, non è ancora detto.

La sola certezza è che anche per questa imposta i messinesi che non hanno familiarità con internet dovranno armarsi di pazienza e fare la fila presso l’Ufficio Tributi di viale San Martino o nelle Circoscrizioni.

La normativa approvata a maggio scorso prevede infatti la compilazione di bollettini prestampati che si possono

ritirare negli uffici postali, ma non è detto che tutti siano in grado di comprenderli e di stilarli regolarmente. Si prevedono quindi notevoli disagi e il conseguente invio di imposte maggiorate dal tardato pagamento.

In ogni caso, il Dipartimento Tributi del Comune di Messina ha comunicato che dal 30 novembre scorso, quando il Consiglio comunale approvò le tariffe TARES predisposte dall’amministrazione Accorinti, è iniziata la procedura per la predisposizione degli avvisi di pagamento.

Da lunedì 23 dicembre i contribuenti potranno richiedere i duplicati degli avvisi di accertamento agli sportelli del Dipartimento Tributi di viale San Martino, nelle sedi dei Quartieri o per via telematica, inviando una e-mail a tares@comune.messina.it o a tributi@pec.comune.messina.it.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.