#Taormina. Fugge sui tetti ma lo bloccano, arrestato latitante

Polizia_VolanteEra latitante dal settembre dello scorso anno. Su di lui pendeva una misura di custodia cautelare in carcere perché gravemente indiziato del reato di furto in abitazione pluriaggravato. Un furto perpetrato nell’ottobre del 2014 a Catania, in una villa in cui in quattro avevano trafugato gioielli e monili per un valore di oltre 100.000 euro. Enzo Aiello, catanese, 26 anni, personaggio già noto alle forze di polizia, è stato rintracciato in un albergo di Taormina

sabato pomeriggio intorno alle 14. Era in vacanza con la compagna, certo di poter passare inosservato nella folla di che nella stagione estiva animano la cittadina. All’arrivo dei del commissariato di Pubblica Sicurezza di Taormina ha cercato di fuggire dalla finestra della camera d’albergo. Da un balcone si è arrampicato sul tetto della struttura alberghiera inseguito dai , che lo hanno braccato e arrestato. L’uomo è stato trasferito nel carcere di Messina Gazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.