Diffamazione sul web, condannato l’ex sindaco di Oliveri Antonino Amodeo

MESSINA. Il giudice monocratico del Tribunale di Patti Francesco Torre ha condannato l’ex sindaco di Oliveri Antonino Amodeo, titolare dell’omonimo blog, alla pena di 1.000 euro oltre al pagamento delle spese processuali. Assolta l’altra imputata, Valentina Giunta, perché il fatto non costituisce reato. Ai due è stata contestata la pubblicazione

Leggi tutto

San Filippo del Mela. Diffama su facebook l’ex presidente del Civico consesso: condannato ex consigliere

MESSINA. Il Tribunale Monocratico Penale di Barcellona Pozzo di Gotto ha condannato per diffamazione un ex consigliere comunale di San Filippo del Mela, Egidio Maio, 66 anni. Il giudice ha accolto la richiesta del Pubblico Ministero e dell’avvocato Filippo Barbera, difensore dell’ex presidente del Consiglio comunale Gavino Paulesu. La vicenda risale al

Leggi tutto

#Cronaca. Querele e libertà di stampa: la Cassazione condanna magistrato di Milazzo al pagamento delle spese

Nessuna diffamazione nell’articolo: la Cassazione rigetta il ricorso e condanna un proprio magistrato, il milazzese Salvatore Saija, al pagamento delle spese processuali. A vincere la causa il giornalista Gianfranco Pensavalli e il barcellonese Santi Cortese, creatore del gruppo facebook Barceblog, reo di avere cliccato “mi piace” su un post del

Leggi tutto

#Barcellona. Diffamazione Parmaliana, Cassata condannato anche in Cassazione

Condanna definitiva per diffamazione per l’ex procuratore generale di Messina Franco Cassata. Anche per la Corte in Cassazione è lui l’autore del falso dossier contro il professor Adolfo Parmaliana, costruito a tavolino nel 2009 per diffamare il docente, nonostante questi si fosse tolto la vita nell’ottobre dell’anno precedente. La sentenza

Leggi tutto

#Barcellona. Denunce in tribunale, dirigente rinviata a giudizio

Rinviata a giudizio il 12 maggio prossimo l’ex dirigente del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto Domenica Rita Speciale, da qualche mese alla Procura di Messina con un nuovo incarico. A deciderlo  il GUP Danilo Maffa, nonostante la richiesta di non luogo a procedere del Procuratore Capo Emanuele Crescenti. Per

Leggi tutto