TEFA e TARES, collaborazione tra Comune e Provincia

Palazzo dei Leoni Provincia 20120709 IMG 9201In merito a notizie stampa relative all’utilizzo del tributo provinciale TEFA ai fini del calcolo della TARES, l’assessore all’ambiente Daniele Ialacqua ed il Commissario straordinario della Provincia regionale di Messina Filippo Romano fanno alcune precisazioni.

La TEFA (Tributo per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell’ambiente) è un tributo provinciale che viene pagato insieme alla TARES.

Qualche settimana fa l’assessorato Comunale all’ambiente ha chiesto alla Provincia la possibilità di rivedere l’entità della TEFA o di ridiscuterne l’utilizzo.

È emerso però che da quando è stato avviato in Sicilia l’iter per l’abolizione delle province (a seguito di una legge votata dalla Regione Sicilia lo scorso marzo),

la Provincia ha visto ridursi di più del 90 per cento i trasferimenti dallo Stato -dal 2010 ad oggi, progressivamente, da 30 milioni di euro a 22, poi a 12, fino ad arrivare a 2,7.

Premesso ciò, considerando che la riduzione della percentuale del tributo TEFA potrebbe finire sotto la scure della Corte dei Conti, Comune e Provincia stanno valutando la possibilità di investire i proventi derivanti dalla TEFA su progetti condivisi: in particolare, tra questi spicca quello della riserva di Capo Peloro, come dimostra il fatto che il relativo schema di è già pubblicato sul della Provincia Regionale.

Negli ultimi mesi questo clima di collaborazione reciproca  ha sempre contraddistinto i rapporti tra l’Ente provinciale e il Comune di Messina, portandoli a condividere vari progetti nell’interesse della città di Messina.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *