Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Subbuteo. I campionati mondiali Under 15 dominati dai barcellonesi La Torre

Subbuteo_La_Torre_SiciliansSabato 3 e domenica 4 settembre si sono svolti a Fremeries, in Belgio, i campionati mondiali, individuali e a squadre, di subbuteo. Protagonisti di questo importante evento nella categoria Under 15 per il secondo anno consecutivo i fratelli Antonio e Claudio La Torre, esponenti della neo-rinata squadra di calcio da tavolo di Barcellona Pozzo di Gotto, il “CT Barcellona Mortellito”. Il campionato mondiale ha avuto inizio con la competizione individuale, che ha visto i fratelli La Torre, impegnati in due gironi diversi, superare abilmente la prima manche del torneo di subbuteo e accedendo quindi alla successiva fase ad eliminazione diretta. Antonio, che ha chiuso il girone di appartenenza in seconda posizione, viene fermato di misura agli ottavi dal belga Rairoux per 1-2. Claudio, che si è collocato in cima al proprio girone, ha continuato la sua corsa alla medaglia liberandosi degli avversari: il gibilterrino Dean agli ottavi, ai quarti il tedesco Krause e il connazionale Bolognino in semifinale.

Ad aspettarlo in finale un altro azzurro, Leonardo Giudice.

Dopo un gioco combattutissimo conclusosi 2-2 ai tempi regolamentari, Claudio purtroppo ha ceduto al connazionale per 2-3 non riuscendo a confermare il titolo di campione del mondo di subbuteo vinto lo scorso anno, ma portando a casa comunque un prezioso e importante argento. Pieno di successi anche il secondo giorno dei campionati, dedicato alla competizione a squadre. I fratelli La Torre, insieme ai connazionali Leonardo Giudice, Andrea Bolognino, Riccardo Lazzari e Matteo Brillantino, hanno infatti difeso con i denti il titolo di campioni del mondo Under15, che il team ha già conquistato lo scorso anno.

Dopo aver concluso la prima fase a girone unico da imbattuta, vincendo contro Inghilterra, Spagna, Francia, Belgio ed Austria, la nazionale è volata a punteggio pieno in finale dove ha nuovamente affrontato gli austriaci, arrivati secondi nel girone. Imponendosi per 3-0 grazie alle vittorie di Antonio e Claudio La Torre e Giudice su Nichtenberger, Eppensteiner e Strommer (col punteggio rispettivamente di 5-0, 4-0 e 4-1), i ragazzi hanno conquistato l’oro salendo per il secondo anno consecutivo sul gradino più alto del podio.