Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Sport. Il barcellonese Mario Bucolo parteciperà alle Universiadi di Napoli

Al via le XXX Universiadi di Napoli. Saranno 8000 gli atleti provenienti da 118 nazioni. Tra di essi ci sarà anche il barcellonese Mario Bucolo che parteciperà con i colori della nazionale italiana di Takwondo. Bucolo si giocherà le sue chance nella categoria 74 kg, insieme ai migliori atleti studenti universitari italiani: Antonio Flecca (58 kg), Simone Crescenzi (63 kg), Angelo Adda (68 kg), Roberto Botta (80 kg), Matteo Marjanovic (87 kg), ed alle ragazze Sarah Al Alwani (49 kg), Erica Nicoli (53 kg), Federica Rocca (57 kg), Daniela Rotolo (67 kg), Natalia D’Angelo (73 kg). Una squadra di tutto rispetto, considerando che sono quasi tutti atleti nazionali. “Un grande onore per me rappresentare l’Italia e la mia Barcellona Pozzo  alle Unidi Gotto alle uversiadi. Darò tutto me stesso per conquistare una medaglia”. Poche ma decise le parole del 20enne, studente di Scienze Motorie all’Università di Messina, che ha all’attivo 92 incontri vinti.
Mario Bucolo non è il primo atleta barcellonese di Taekwondo che partecipa alle Universiadi (in pratica le olimpiadi degli atleti universitari). Già del 2009, nell’edizione svoltasi a Belgrado, partecipò un altro atleta della Tiger’s Den, Fabio Sottile, oggi tecnico delle Fiamme Oro della Polizia di Stato. Queste le sue parole: “Una fantastica competizione alla quale ho avuto l’onore di partecipare nel 2009. Sono occasioni indimenticabili che ti permettono di comprendere la vera essenza dello sport, che non è solo agonismo, ma è anche gioia, condivisione di valori, fratellanza tra i popoli. Forza Mario, dai il meglio di te”.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.