Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Teatro. Trapani, “Nietzsche, o il cosmo danzante” al Teatro Pardo

TRAPANI. Venerdì 15 dicembre alle 21 al Teatro Maestro Tonino Pardo del Conservatorio A. Scontrino andrà in scena lo spettacolo per danza, musica e filosofia dal titolo Nietzsche, o il cosmo danzante, una rappresentazione in cui i linguaggi della danza contemporanea e della musica vengono accostati a quello della filosofia, in continua dialettica e fusione secondo un unico flusso armonico. Ideazione, coreografia e regia sono a cura di Betty Lo Sciuto. Il Professore Alberto Biuso, filosofo e saggista italiano, sarà voce narrante, mentre Silvia Giuffrè, Patrizia Lo Sciuto e Arabella saranno le danzatrici. Nietzsche si accosta alla danza considerandola sia come importante forma espressiva dell’uomo, sia in riferimento alle danze dionisiache e apollinee dell’antica Grecia, presenti nella cultura e nelle tragedie, e la considera anche come metafora della mente in continuo movimento, intesa come duttilità di pensiero. Questi temi sono teorizzati da Friedrich Nietzsche nel suo libro La nascita della tragedia, cui si ispira lo spettacolo. La manifestazione rientra nel cartellone della sessantacinquesima stagione degli Amici della Musica,  realizzata con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Siciliana – Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e con la collaborazione dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, della Fondazione Pasqua 2000, il Conservatorio di Musica A. Scontrino di Trapani, il Goethe Institut e l’Istituto di Cultura Italo Tedesco di Trapani.  

I biglietti potranno essere acquistati nel botteghino dell’Ente Luglio Musicale Trapanese (Villa Margherita – Trapani) o nella sede dell’evento a partire da un’ora prima dell’inizio spettacolo: intero 7 euro, ridotto 5 euro (studenti fino a 24 anni, soci Fondazione Pasqua 2000 per l’anno 2017, possessori Diamond Card, abbonati Ente Luglio Musicale Trapanese – Teatro di Tradizione).