Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Spaghetti al pomodoro

“Dica, signor, come li vuole, al dente?
Tomato sauce e parmigiano cheese;
Tutto italiano, sa, pur la padella,
Il basilico, il chef e l’assistente.
Li vendon cotti now in farmacia,
(Figli di un cane!) I mean il drug store,
E in tutti i presto luncheons e luncheonettes
Di questa terra di rabdomanzja.
Ma qui, da me, amico e servitore
D’ogni italiano e d’ogni buon custome,
C’è l’arte culinaria del Paese,
Dove ogni fiore smells e di che odore!
Malinconie, lo so, per questa gente,
Son le parole mie. Ma, never mind,
Ne parleremo un’altra volta a cena…
Monzù: un expresso pel signore… al dente!”

 

Giuseppe Prezzolini, “Spaghetti dinner”, Milano 1955 

Ingredienti per 4 persone 

  • 400 gr di pomodori pachino (circa 10 pomodorini per ogni etto di spaghetti)
  • 400 gr di spaghetti
  • olio extravergine d’oliva
  • 1 ciuffo di basilico 

Buttare la pasta in abbondante acqua salata (per 100 gr di pasta calcolare 1-1,5 litri d’acqua) e ricordatevi che si sala solo al raggiungimento della bollitura.

I pomodorini si preparano incidendo

la base con due tagli a croce e immergendoli per 10-20 secondi in acqua bollente, quindi si fanno raffreddare bruscamente in una ciotola con acqua e ghiaccio per poterli spellare facilmente.

Si buttano gli spaghetti e contemporaneamente, con un po’ d’acqua della pasta, in una padella si mettono i pomodori spellati, schiacciandoli e facendoli cuocere un po’ per amalgamare il sugo. Se si asciuga troppo aggiungere l’acqua della pasta.

“Abbastanza prima” della completa cottura, togliete la pasta con le apposite pinze e mettetela nella padella per qualche minuto per farla mantecare e completarne la cottura.

Solo alla fine, qualche istante prima di spegnere il fuoco, si condisce con olio extravergine d’oliva e con il basilico spezzettato grossolanamente con le mani (e non tagliato con il coltello in quanto dalle fibre tagliate uscirebbe del liquido che lo renderebbe nero). Un’ultima girata e si spegne. Prendendo con le pinze un po’ di pasta, girandola con un mestolo, si prepara la porzione nel piatto guarnendola con delle foglie intere di basilico.