Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Spaccio di droga, un arresto a Sant’Agata Militello

Detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, violazione alle prescrizioni della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno, resistenza a Pubblico Ufficiale e calunnia. Con queste accuse i carabinieri di Sant’Agata Militello hanno arrestato Aldo Cucè, 22 anni.

Ieri pomeriggio i militari di una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Sant’Agata di Militello, durante un servizio di controllo in via Liotta, hanno notato un’auto con due persone a bordo che percorreva la strada in modo sospetto.

Intuizione confermata dal successivo controllo, durante il quale il palermitano Aldo Cucè,  residente a Torrenova, giostraio, già noto alle Forze dell’Ordine e attualmente sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza, ha mostrato segni di inquietudine.

E la perquisizione dell’auto ha permesso di trovare sotto uno dei sedili 21 grammi di hashish. Non contento, il giovane ha anche opposto resistenza, minacciando e insultando i carabinieri.

Vista la flagranza di reato, per Cucè è scattato l’arresto. La droga, una volta repertata, sarà trasmessa ai laboratori del RIS Carabinieri di Messina per le analisi qualitative e quantitative.

Dopo le formalità di rito, su disposizione del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Patti, Cucè è stato condotto a casa propria, dove resterà agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.