Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Siracusa. La giunta perde pezzi, lasciano gli assessori Cavarra e Gambuzza

L'ex assessore Maria Grazia Cavarra
L’ex assessore Maria Grazia Cavarra

Terremoto in giunta comunale a Siracusa. Il sindaco Giancarlo Garozzo revoca nella serata di venerdì 9 gennaio  le deleghe all’assessore Maria Grazia Cavarra. Mentre dimissioni volontarie per l’assessore Silvana Gambuzza.

L’ormai ex-assessore alle Attività produttive, Agricoltura e pesca e Sport del Comune di Siracusa Cavarra spiega con un post su facebook l’episodio.

“Ore 19.05. è appena andato via da casa mia l’agente della Polizia Municipale che mi ha notificato la revoca della nomina di Assessore del Comune di Siracusa.
Sarei ipocrita se vi dicessi che non mi fa male, ma non mi sento sconfitta, decisamente no. Oggi non ha perso Maria Grazia Cavarra, oggi ha perso quella fetta di popolazione che ha creduto che correttezza, competenza, passione, presenza, idee, concretezza, contatto e confronto quotidiano con i cittadini, fossero gli unici elementi importanti perché un amministratore continuasse a svolgere il lavoro intrapreso e portato finora egregiamente avanti.
Fino alla fine, insieme alla base del gruppo, riunitasi ancora una volta lo scorso 7 gennaio, che ha creato e portato avanti un progetto politico fondato sui sani principi della condivisione e della meritocrazia, abbiamo provato a ricostruire un clima unitario per consentire la continuità del percorso intrapreso.
I nostri buoni propositi a nulla sono serviti di fronte a chi, seppur numericamente quasi inesistente, aveva già deciso poltrone e poltronati senza scrupoli.
Al momento non aggiungo altro, ho solo voglia di fumarmi una sigaretta, ops ma io non fumo… va be’ allora mi metto in tuta e vado a fare una corsetta… servirà…”

Invece,  lascia spontaneamente le deleghe al Personale, Mobilità Viabilità e Trasporti, Servizi cimiteriali, Pari opportunità. E spiega con un a lunga lettera indirizzata al sindaco Giancarlo Garozzo che: “Le motivazioni personali e politiche che mi spingono a rimettere nelle tue mani il mio mandato, sono da ricercare nel profondo senso di responsabilità e di condivisone dello spirito di squadra che hanno contraddistinto e ispirano da sempre il mio operato.

E conclude – per queste ragioni, posso ritenermi molto serena e tranquilla, come cittadina e come amministratrice, certa che, chi mi succederà, sarà in grado di proseguire le azioni intraprese e mantenere l’impegno politico e civile del governo della città in un rapporto di reciproca fiducia.  Rimarrò sempre a fianco di questa Amministrazione e sarò sempre a disposizione tua, della Giunta, di questo progetto epocale di rinnovamento condotto in modo onesto, trasparente, concreto e responsabile nei confronti di tutti i cittadini, che sono la vera forza motrice del nostro impegno.  Un ultimo, sincero ringraziamento, alla mia famiglia ed a chi mi ha permesso con orgoglio e dedizione di scrivere un nuovo capitolo al grande libro della mia vita a servizio dei miei concittadini. Un libro forse non perfetto, ma che vale la pena di essere letto”.

Lunedì 12 gennaio probabili le nomine per sostituire gli assessori uscenti.

Armando Montalto

Tra la metà dei Novanta e i primi Duemila ha cambiato città, paese e occupazione con la rapidità di un colibrì. Insomma, questo quarantenne messinese, dopo aver fatto consegne a Canal Street, parlato in nome della UE, letto Saramago, tirato sassi sul Canal Saint Martin e bevuto fiumi di birra ha deciso. Tornare a casa, mettere su famiglia e la testa a posto. Oggi si divide tra libri, mare e famiglia. Intanto, prova a scrivere e a raccontare Messina.