#Siracusa. La Finanza recupera un’ancora romana nel mare di Marzamemi

gela_mareLa Guardia di Finanza ha recuperato un’ancora di epoca romana.

I finanzieri della sezione operativa navale di Palermo, sotto la supervisione di Bruno Nicolò della Soprintendenza del Mare, hanno recuperato la marra in piombo di  un’ancora. Il manufatto di epoca romana è lungo circa un metro e mezzo e pesa circa centocinquanta chili.

Il recupero del reperto, che si trovava molto vicino alla riva, ha evitato un probabile furto da parte di predatori del mare. L’ancora è stata rinvenuta nelle acque antistanti Marzamemi dall’istruttore subacqueo Matteo
Azzaro, che ha assistito alle operazioni.

Il reperto è stato consegnato per le operazioni di conservazione e al museo Del Palmento di Rudinì del Comune di Pachino.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.