Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Siracusa. Giornata internazionale contro la violenza alle donne

violenza donneOggi ricorre la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne e a Siracusa la fontana Diana di piazza Archimede sarà colorata di rosso. L’iniziativa è dell’assessorato alle Pari opportunità del Comune che ha organizzato, alle 16, ha organizzato una tavola rotonda tra istituzioni e associazioni presso l’aula Consiliare Elio Vittorini.

“Dai dati risulta ancora elevatissima – ha detto l’assessore alle Pari opportunità Valeria Troia – l’incidenza nella nostra città di donne vittime di violenza. Molti di questi casi spesso sono degenerati in femminicidio, come la recente vicenda di Eligia. Lo scopo dell’incontro più che una manifestazione, vuole essere un tavolo operativo attorno al quale possano sedersi tutti gli attori, che a vario titolo e con differente ruolo, si occupano della tematica, per potere alla fine definire un’informativa completa tanto delle procedure di accesso, quanto dei servizi erogati. Contemporaneamente dovrebbe servire a mettere in evidenza criticità e bisogni , su cui costruire un’azione sistemica che parta dalla sensibilizzazione e l’educazione per giungere all’azione”.

All’incontro sono stati invitati il prefetto Armando Gradone, il procuratore Capo Paolo Giordano, il questore Mario Caggegi, il comandante provinciale dei carabinieri Luigi Grasso, i rappresentanti dell’ASP di Siracusa, le deputate nazionali e regionali, le assessori e le consigliere comunali, i rappresentati del sindacato, della consulta femminile e delle associazioni, tra le quali quella dedicata a Eligia Ardita.

Dalla Questura di Siracusa ricordano, inoltre, che nel periodo tra gennaio e ottobre dell’anno in corso: “a mezzo degli uffici dedicati al contrasto dei reati persecutori e dei reati di maltrattamento in famiglia, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria trentasei persone per stalking, tre delle quali in stato di arresto e ottantatré per il reato di maltrattamento in famiglia. Sette donne, successivamente alla denuncia, sono state ricoverate in strutture protette, nove sono i provvedimenti di allontanamento dal nucleo familiare con divieto di avvicinamento e quattro i provvedimenti di allontanamento e divieto di avvicinamento”.
Per quanto riguarda l’attività di prevenzione dei reati di violenza domestica e dello stalking, agenti della Divisione della Polizia Anticrimine hanno istruito trentuno procedimenti finalizzati all’adozione della misura dell’ammonimento da parte del QuestoreOtto di questi ultimi si sono conclusi con l’adozione dell’ammonimento e nove si sono conclusi con l’ammonimento per gravi atti di violenza domestica (lesioni personali o percosse).
Dodici istanze di ammonimento non hanno trovato accoglimento, o perché la vittima aveva già sporto querela per atti persecutori, o perché si è ritenuto che i fatti esposti per la loro gravità fossero perseguibili d’ufficio.
La Questura di Siracusa, inoltre, ha reso noto noto che, come altre in Italia, da quasi due anni collabora con il Dipartimento di psicologia della Seconda Università degli Studi di Napoli al progetto SASCIA In ACTIon (Strategie Anti Stalking Conoscere l’Impatto dell’Ammonimento: Interventi Azioni Criticità Tutela Integrata), il cui scopo è quello di monitorare, con il consenso delle vittime, il percorso intrapreso da coloro che fanno richiesta di ammonimento attraverso la loro esperienza e di conoscere l’impatto dello stalking sulla loro vita.