Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Sicilia. Zona Franca Legalità tra Caltanissetta, Enna e Agrigento

 

Palazzo d'Orleans, sede del Governo regionale
Palazzo d’Orleans, sede del Governo regionale

La Giunta regionale ha deliberato lo stanziamento di 50 milioni di euro per la realizzazione della Zona Franca per la Legalità della provincia di Caltanissetta e di alcuni Comuni dei comprensori di Agrigento ed Enna, oltre al mantenimento di 30 milioni di euro a favore del settore di intervento Misure di accesso al credito – Credito d’imposta. “E’ l’obiettivo di un percorso che abbiamo condotto con il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta con convinzione e determinazione -afferma Mariella Lo Bello, assessore regionale alle Attività Produttive. Vogliamo cambiare il sistema e dare strumenti alle imprese perché la lotta all’illegalità diffusa si traduca in  opportunità di lavoro e sostegno alle attività.

La Zona Franca per la Legalità permetterà l’appetibilità dei territori che diverranno meta di investimenti. Un circolo virtuoso che consentirà il rilancio dell’economia e l’utilizzo di sgravi fiscali. Un incentivo per tutte quelle imprese sane che si atterranno alle regole di legge e opereranno nella trasparenza e legalità, opponendosi alle vessazioni della criminalità organizzata. E’ fondamentale che questo avvenga nell’Isola -aggiunge l’assessore Lo Bello- perché dimostra come questa Sicilia cambi verso, creda nelle proprie potenzialità, utilizzi bene gli strumenti che le sono forniti e si avvii verso un processo di vera rinascita. La Zona Franca per la Legalità permetterà ai territori nuova vita ed è un  cambiamento radicale delle mentalità e del modo di operare e fare impresa. Credo che possiamo essere orgogliosi di tutto questo -conclude l’esponente del Governo Crocetta- e con noi tutta quella parte di imprenditori che crede in una Sicilia dove etica e moralità sono i supporti essenziali per la crescita”.