#Sicilia. Referendum, Anaao Assomed Sicilia: “Il No boccia il Governo Crocetta”

infermiere, sanità 1“L’ampia vittoria del No in Sicilia assume un chiaro significato politico: bocciare questo Governo Crocetta, incapace in 3 anni di concludere il percorso di efficientamento della rete ospedaliera”. Così l’Anaao Assomed Sicilia, sindacato dei medici dirigenti, che aggiunge: “È scandaloso il modo in cui si è platealmente cercato di rinviare la definizione di questo importante strumento di gestione della Sanità pubblica. Il risultato ottenuto? Niente rete ospedaliera, niente concorsi, niente stabilizzazione di tutti i precari della Sanità che in questi anni hanno garantito (insieme ai dirigenti medici, sanitari, veterinari e il personale del comparto) la spendibilità dei LEA”.

“Basta a

giochi di sottogoverno e di anomalo procacciamento del consenso -dichiara Pietro Pata, segretario regionale Anaao Assomed Sicilia. L’assessore Gucciardi deve presentare al più presto la rete ospedaliera. Il Governo di cui fa parte deve decretare la Rete e deve quindi iniziare subito la concorsuale. Lo standard dell’assistenza sanitaria siciliana sta rapidamente scendendo di livello. Il 9° posto raggiunto nel 2014 nella graduatoria in rapporto agli esiti di salute (PNE), si è ormai perduto. Chiediamo cose semplici e concrete: rete ospedaliera, concorsi sbloccati e immissione in servizio dei vincitori. Si esca fuori dal guado con uno scatto di orgoglio. L’Anaao Assomed Sicilia è pronta a fare la sua parte in tutte le sedi competenti”.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.