Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Sicilia Fase 3, la Regione firma l’ordinanza di riapertura: al via anche lidi e centri benessere

SICILIA. L’estate è alle porte e riaprono i lidi e gli stabilimenti balneari in Sicilia. Questo l’esito dell’ultima ordinanza giunta da Palazzo d’ Orleans visto l’andamento della situazione epidemiologica che sembra stare concedendo alla nostra isola il tanto auspicato ritorno alla normalità. A firmarla il presidente della Regione Nello Musumeci. Da ieri, quindi, sono riprese una serie di attività, come quelle di sale giochi, sale scommesse, sale bingo, sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso. A causa dell’ordinanza riaprono poi fiere e congressi, centri benessere, centri termali (fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni che rientrano nei Livelli essenziali di assistenza che sono erogate nel rispetto della vigente normativa), centri culturali e centri sociali, comprensori sciistici, servizi di ristorazione, attività dei servizi alla persona, commercio al dettaglio, attività ricettive, commercio al dettaglio su aree pubbliche (mercati e mercatini degli hobbisti), uffici aperti al pubblico, piscine, palestre, musei, archivi, biblioteche, strutture ricettive all’aperto (campeggi) e rifugi alpini, aree giochi per bambini, circoli culturali e ricreativi, parchi tematici e di divertimento. Si tornerà a poter fare attività fisica all’aperto ad andare al cinema e ad assistere a spettacoli dal vivo a partecipare a sagre e fiere locali. Potranno tornare a lavoro i manutentori del verde, i noleggi di auto e di altre attrezzature, gli informatori scientifici del farmaco, i formatori professionali, le guide alpine, i maestri di scii e le guide turistiche. Riguardo ai servizi per l’infanzia e per l’adolescenza, l’attività sarà consentita a decorrere dal 22 giugno, previo decreto attuativo dell’assessore regionale delle Politiche sociali, d’intesa con quello della Salute, da emanarsi entro domenica 21 giugno. Tutte le attività consentite, per prevenire il rischio di contagio devono svolgersi secondo le modalità disciplinate della Linee guida. Lo svolgimento degli sport di contatto potrà ripartire il 20 giugno, nel rispetto delle disposizioni di prevenzione del contagio previste nell’ultimo decreto del presidente del Consiglio dell’11 giugno e previo decreto attuativo dell’assessore regionale dello Sport, d’intesa con quello della Salute, da emanarsi entro giovedì prossimo. Restano invariate le disposizioni precedenti in materia di prolungamento dell’orario di apertura e rinuncia al giorno di chiusura, mobilità e trasporti, prevenzione sanitaria.

(foto da facebook)